“Impronta” dello scultore Luciano Fabro va in frantumi: giornalista la urta per sbaglio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 17:05 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 17:05

LUGANO (SVIZZERA) – Al Meno Uno di Lugano sono esposte 30 nuove opere della collezione Gianfranco e Donna Olgiati.

Tra le opere esposte c’era anche quella dello scultore Luciano Fabro che, per colpa di uno sventurato giornalista della radio svizzera, è finita a terra in mille pezzi. L’uomo ha urtato per sbaglio “Impronta”, opera datata 1962-1964, che si è frantumata a terra in mille pezzi. L’uomo, raccontano le cronache, sarebbe indietreggiato mentre stava intervistando alcuni ospiti e avrebbe inavvertitamente inciampato nel lavoro dello scultore realizzato completamente in vetro.

Secondo l’assicuratore della mostra che era presente in sala “Impronta”, una delle più famose opere seminali di Fabro nato nel 1936 e aderente al gruppo torinese dell’arte Povera negli anni Sessanta, non sarebbe recuperabile.

Ora il pezzo si appresta ad entrare nel mito. Per l’incauto giornalista invece, arriverà probabilmente qualche guaio.

"Impronta" dello scultore Luciano Fabro va in frantumi

“Impronta” dello scultore Luciano Fabro a terra