India e Sri Lanka: riemerge dall’oceano il ponte di Adamo che unisce i due paesi FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2018 5:39 | Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2018 16:09

ROMA – Lo Sri Lanka e l’India fino al 1480 erano collegate da un ponte di terra sottilissimo, che permetteva di spostarsi facilmente da un paese all’altro. Poi questa striscia di terra chiamata Adams Bridge venne distrutto da un terribile ciclone che trasformò quel ponte naturale in un luogo inaccessibile anche alle navi.

Il luogo è chiamato lo Stretto di Palk e si trova nell’Oceano Indiano: i fondali sono molto bassi. Per questa ragione, a distanza di secoli questa sottile striscia di terra è riemersa dall’acqua formando tante piccole isole e banchi sabbia. La scoperta è stata fatta grazie alle immagini satellitari della Nasa di cui parla il sito Si Viaggia.

L’origine dell’Adams Bridge resta incerta. Secondo gli studiosi potrebbe trattarsi dell’innalzamento della crosta terrestre dovuto allo spostamento delle placche continentali. Alcuni ricercatori hanno invece ipotizzato che possa trattarsi di un’opera fatta dall’uomo circa 13mila anni fa.

Secondo la leggenda Indù del Ramayana invece, il ponte fu costruito da un esercito di scimmie per volere di Rama, l’incarnazione di Vishnu, per facilitare il passaggio del proprio esercito dall’India a Ceylon, dove doveva andare a salvare la moglie Sita che era stata rapita.

Ora, chi credeva che lo Sri Lanka fosse un’isola dovrà ricredersi: le 18 miglia nautiche che lo separano dall’India, confermerebbero il fatto che i due paesi sono un unico pezzo di terra.

foto-nasa-ponte-adamo

India e Sri Lanka: riemerge dall’oceano il ponte di Adamo che unisce i due paesi FOTO

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other