Iraq, Isis distrugge anche il sito archeologico di Hatra FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Marzo 2015 15:30 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2015 15:30

BAGHDAD, – Dopo il museo di Mosul e le rovine dell’antica capitale assira Nimrud, l’Isis ha cominciato a distruggere anche i resti di Hatra, antica città a 100 chilometri a Sud di Mosul fondata nel III secolo avanti Cristo dalla dinastia dei Seleucidi.

Lo ha detto al sito Rudaw Said Mamuzini, un dirigente del Partito democratico del Kurdistan. Secondo Mamuzini, prima di cominciare a picconare i resti di Hatra e ad utilizzare le ruspe, i jihadisti hanno asportato le monete d’oro e d’argento che erano custodite presso il museo locale.

Dopo la fondazione da parte dei Seleucidi, dinastia ellenistica erede di una parte delle terre conquistate da Alessandro Magno, Hatra passo’ sotto i Parti, diventando nel I e II secolo avanti Cristo un importante centro commerciale e religioso. Poi divenne la capitale del primo regno arabo, resistendo ai tentativi di conquista dei romani e dei persiani, prima di essere espugnata dalle truppe dell’impero persiano della dinastia Sasanide nel 240 dell’era cristiana. A seguire alcune foto dell’antica città di Hatra pubblicate da LaPresse.