Irlanda, uccide i fratellini gemelli a coltellate e poi si impicca – FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2014 14:43 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 14:55

DUBLINO – Avrebbe dovuto badare a loro mentre i genitori erano assenti e invece ha accoltellato a morte i suoi stessi fratelli, per poi impiccarsi a un albero, a qualche miglia di distanza dalla sua casa. Così Jonathan O’Driscoll, di 20 anni, ha posto fine alla sua vita e a quella dei suoi fratelli, i gemellini Patrick e Thomas, di 9 anni. L’omicidio-suicidio si è consumato a Charleville, cittadina della Contea di Cork nel Sud Ovest dell’Irlanda.

I corpicini senza vita dei gemellini, con ancora indosso l’uniforme scolastica, sono stati ritrovati nella loro cameretta. Ad aprire la porta e sono stati i fratellini più piccoli di tre e cinque anni. E le urla strazianti si sono udite in tutto il vicinato.

I genitori, rientrati a casa, hanno trovato la polizia a presidiare la scena del crimine. Solo qualche ora più tardi la verità si è rivelata ancor più tragica: poco distante da lì Jonathan, il fratello maggiore, si era impiccato ad un albero in riva al fiume nelle vicinanze di Buttevant. Forse in preda al rimorso.

Secondo le testimonianze di alcuni vicini Jonathan era stato adottato e dopo qualche anno la coppia aveva avuto i due gemelli. Ma la loro era comunque una famiglia felice: i genitori si fidavano di lui e spesso lo incaricavano di badare ai fratelli più piccoli, quando uscivano a sbrigare delle commissioni. Restano perciò poco chiare le dinamiche del delitto e soprattutto le motivazioni che possono averlo spinto a una tale follia.

(Photo Credits: The Mirror)

irlanda gemellini

La notizia sul Mirror