Jason Everman: Nirvana, Soundgarden. Poi veterano guerra laureato in Filosofia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Luglio 2013 17:47 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2013 17:51

NEW YORK – Jason Everman, 45 anni, di storie da raccontare ne ha da vendere. Ex chitarrista dei Nirvana, poi bassista dei Soundgarden, è oggi un veterano di guerra con la laurea in Filosofia. Storia della musica e storia di guerra si sintetizzano in un unico eroe: dopo aver piantato le fondamenta della musica grunge  si è arruolato nei reparti speciali dell’esercito Usa e per anni ha combattuto nell’anonimato sui monti dell’Afghanistan. E’ stato un suo amico musicista, Clay Tarver, a rintracciarlo e a ripercorrere la sua incredibile storia dalle colonne del New York Times.

Scrive il Ny Times che il primo a riconoscerlo fu un sergente istruttore nella base di Fort Benning, in Georgia che gli domandò: “Sei tu quello nella foto accanto a Kurt Cobain?”. “Sì, signore”, fu la risposta del soldato Everman. Ma non fu certo una fortuna perché ogni sergente che lo riconosceva sfogava su di lui un bel po’ di sadismo militare: “Corri 5 miglia in meno di 40 minuti”, “completa il test di nuotatore combattente”. Torture e prove massacranti che lo hanno reso un soldato indistruttibile, una specie di Rambo che si è guadagnato pure qualche medaglia al valore partecipando a missioni di guerra in Iraq e Afghanistan. Ma della guerra non vuole parlare, ora a 45 anni ha appena completato la laurea di specializzazione in filosofia.

Everman è un sopravvissuto: la sua prima vita è cominciata a Seattle dove, per un breve periodo fu il secondo chitarrista dei Nirvana. Ma le sue inclinazioni troppo metal e le sue psicosi lo fecero espellere dal gruppo. Poi fu bassista dei Soundgarden, altra band da milioni di dischi venduti, ma anche qui il suo temperamento maledetto gli costò la cacciata per la sua abitudine di distruggere il proprio strumento quasi ad ogni concerto. Fu sostituito dal suo amico fraterno Ben Shepherd, tuttora bassista nella leggendaria rock band.

E fu con il secondo divorzio musicale che Everman ebbe una sorta di folgorazione: nel 1993, mentre stava vivendo in una comune a San Francisco, a 26 anni, quasi troppo vecchio per provarci, decise improvvisamente di partire per un centro di reclutamento militare in Georgia.

Archiviata la carriera da rockstar, comincia quella altrettanto adrenalinica da soldato. Dopo un feroce addestramento, gli anni successivi li trascorre in guerra dall’altra parte del mondo, fino al 2006, quando per anzianità, viene congedato dai reparti speciali. Oggi, a 45 anni, si è laureato in filosofia e chissà quali altre vite lo attendono.