Justin Bieber: “Sono gay”. Ma è un falso Tweet degli hacker siriani

Pubblicato il 5 Maggio 2013 16:18 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2013 16:39

NEW YORK – “Sono gay”: il cinguettio taroccato di Justin Bieber sta facendo disperare migliaia di fan ma è un falso. A darne smentita è la stessa fonte: il settimanale E! che informa i suoi lettori che il suo account Twitter  “è stato compromesso e sono state trasmesse alcune informazioni sbagliate. Stiamo lavorando con Twitter per risolvere il problema”.

Hacker ancora all’attacco di un account Twitter: questa volta, la vittima è E!, che sul web pubblica ‘Entertainment News, Celebrity News, Celebrity Gossip’, e ancora una volta, a rivendicare l’azione è stato il Syrian Electronic Army, un gruppo che afferma di essere dalla parte del presidente siriano Bashar al Assad, e che già ha rivendicato la paternità di simili attacchi ad Ap, BBC, Al-Jazeera English e Guardian.

Vittima indiretta, insieme all’idolo delle teenager Justin Bieber, è anche Angelina Jolie, che avrebbe invece affermato sempre ad E! che ”la Giordania deve essere ritenuta responsabile delle condizioni atroci dei profughi siriani”. Messaggi che sono stati cancellati, mentre con un tweet E! ha informato i suoi lettori di essere sotto attacco hacker.

Foto La Presse