Lampedusa, Cecilie Kyenge visita le bare dei migranti e si commuove (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 ottobre 2013 13:38 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2013 13:40

LAMPEDUSA – Il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, durante la visita a Lampedusa di domenica 6 ottobre, si è recata al molo Favarolo dove vengono trasferite le salme strappate ai fondali di Lampedusa. Il ministro ha così voluto rendere omaggio ai protagonisti di questa tragedia e non appena si è trovata davanti ai corpi, si è commossa.

La Kyenge ha cambiato immediatamente programma della sua visita alla notizia del recupero di altri corpi. Poi si è recata al centro di accoglienza dove ha trovato condizioni giudicate vergognose.

Nella struttura al momento ci sono oltre mille migranti, tra i quali i 155 sopravvissuti alla tragedia. “Interverremo per agevolare condizioni migliori di vita”, ha aggiunto, spiegando, che complessivamente l’obiettivo in Italia e aumentare il numero dei posti dell’accoglienza e arrivare a 16.000″.

I flussi di arrivo del resto sono superiori a quelli di uscita: “Dovremo fare una riflessione per adattare il nostro sistema e la nostra rete che non puo’ rimanere solo di emergenza”, ha continuato e poi ha parlato con i naufraghi: “Continuano a piangere i loro familiari e chiedono di essere trasferiti presto. Ci hanno spiegato il loro inferno”, ha riferito. Lampedusa “è un’isola piena di accoglienza – ha concluso – deve essere aiutata e non può più vivere nell’emergenza”.

(foto LaPresse)