Le 7 strade più pericolose del mondo. La peggiore è in Madagascar

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2014 7:31 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2014 19:33
Le 7 strade più pericolose del mondo. La peggiore è in Madagascar

Tunnel di Guoliang (Cina)

REGNO UNITO – La strada più pericolosa del mondo si trova in Madagascar (Africa). Secondo la BBC Mundo è la Nazionale n.5, collega le località di Maroantsetra e Soanierana-Ivongo, nella costa ovest del Paese. “E’ necessario portarsi appreso tanto un autista quanto un meccanico”, spiega Anders Alm, capo di un’agenzia turistica che organizza viaggi nella zona. La strada è particolarmente pericolosa durante la stagione delle piogge (da dicembre a marzo), quando la mancanza di asfalto o cemento la  rende impraticabile in molti luoghi.

Il Passo di Rohtang (India) è un’altra strada ritenuta tra le più pericolose al modo. Si trova a 4000 metri di altezza nell‘Himalaya orientale. Letteralmente il termine Rohtang significa “mucchio di cadaveri”. Il posto è a rischio neve, valanghe e frane improvvise. Il passaggio rimane generalmente aperto da maggio a novembre, ma i cambiamenti del tempo possono renderla inaccessibile in qualsiasi momento. Nel 2010, per esempio, 300 turisti sono rimasti in avaria.

“Se ti piace cambiare marcia ogni tre-quattro secondi, una strada di Transfagarasan (Romania) ti farà divertire”, spiega un rumeno nativo della zona. Ben 90 chilometri di tornanti in cui sembra che nessuno rispetti il limite di velocità dei 40 km orari. E’ stata costruita per scopi militari nel 1970 e collega le due montagne più alte dei Carpazi meridionali, Moldoveanu e Negoiu.

Altra strada ritenuta tra le più pericolose del globo è Eyre Highway (Australia meridionale). Questo tratto di 1.100 km può sembrare “semplice e noioso” a prima vista, ma in realtà c’è il pericolo che si trasformi da un momento all’altro in una grande “avventura”, soprattutto a causa degli animali che spuntano improvvisamente, spiega Carl Logan, un ufficiale di polizia nella città australiana Perth. “Si possono vedere canguri, emù e talvolta anche i cammelli”, dice.

La strada che collega i 174 km che separano Katmandú e Pokhara, Prithviway (Nepal) è un altro dei percorsi più pericolosi al mondo. Attraversa la decima vetta più elevata del mondo, Annapurna. Chi vuole avventurarsi in pista per godere del suo panorama spettacolare, conosce il rischio della situazione. Quelli che l’hanno attraversata in macchina all’andata, spesso sono tornati in aereo al ritorno. Prithvi attraversa anche alcuni dei più importanti siti religiosi del paese, come il tempio di Manakamana.

La Siberia (Russia) è attraversata dalla strada più fredda del mondo: Kolyma, o M56. La gente del posto la chiamano “Trassa”, che significa “strada”, semplicemente perché è l’unica strada principale in questa regione desolata e congelata. Fu costruita dai prigionieri politici esiliati nei gulag della regione sotto il regime di Stalin tra i decenni di 1930 e il 1950. Le temperature possono raggiungere i -70°.

Il Tunnel di Guoliang (Cina) è un percorso vivamente sconsigliato a chi soffre di claustrofobia. 1,2 km di lunghezza per una larghezza di 4 metri, con appena 30 finestre scolpite nella pietra. E’ stata costruita negli anni 70 dalla gente del villaggio di Guoliang, dopo che il governo aveva rifiutato di realizzare una vera e propria strada. “La Cina è il luogo che devi visitare se cerchi strade estreme, basta che non guardi in basso”, spiega Lewis Shaw, collaboratore del sito Quora.