Le Olgettine 4 anni dopo sono mamme: Marysthell Polanco, Ruby, Nicole Minetti…

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2014 10:49 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2014 10:55
Nicole Minetti

Nicole Minetti

ROMA – Cosa fanno le Olgettine a 4 anni di distanza dallo scandalo Ruby? Le mamme, viene da rispondere a giudicare dai pancioni dal 2010 a oggi: la stessa Ruby, Marysthell Polanco, una delle gemelle De Vivo e infine Nicole Minetti.

Tutte mamme, impegnate in famiglia, a ricostruire una vita interrotta da quel processo. Proprio giovedì inizia il processo d’appello Ruby, quello che in primo grado ha visto Berlusconi condannato. E sfileranno di nuovo le Olgettine, le ex animatrici delle serate eleganti arcoriane.

Molte di loro, per altro, sono finite nel cosiddetto Ruby ter, il processo-costola che ha come ipotesi accusatoria la corruzione delle e dei testimoni da parte di Berlusconi e dei suoi avvocati per alleggerire la posizione dell’imputato nel processo principale. Ma stavolta molte Olgettine si presenteranno cambiate. Certo, sono passati 4 anni, hanno tutte intorno ai 30 anni e a quest’età è normale metter su famiglia.

E così Marysthell Polanco, ex valletta di “Colorado Cafè” nonché presenza fissa ad Arcore arriverà con la fede al dito e un secondo figlio avuto da poco. Ruby è mamma della piccola Sofia, avuta dal compagno Luca Risso, ex proprietario di un locale a Genova dove Ruby ancora minorenne sgambettava con abitini succinti. Eleonora De Vivo, che con la gemella Imma partecipava alle feste di “papi”, ha avuto Rebecca da due anni circa.

E infine la più in vista di tutte, Nicole Minetti: sempre audace, provocante, ora è pronta a indossare camicioni informi per far spazio al pancione. Lo scoop lo ha lanciato Diva&Donna: è incinta di poche settimane, il papà è Claudio D’Alessio, 27enne figlio del cantante Gigi. In famiglia (di lui) pare non gradiscano la liason, figurarsi la gravidanza, ma Nicole sembra decisa a rifarsi una vita e un’immagine. E’ il processo, il suo si chiama Ruby-bis, a ricordarle un passato scomodo. (Foto Lapresse).