Lecco, scritta contro la dipendente gay dell’ospedale: “Fuori da qui lesbica!” FOTO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 15 Ottobre 2019 16:42 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2019 16:56
Lecco, la dipendente gay dell'ospedale insultata

Lecco, la dipendente gay dell’ospedale insultata

ROMA – Sabrina Di Biase ha 34 anni e lavora nell’ospedale di Lecco. La dipendente è gay e si è ritrovata una scritta omofoba fatta col pennarello blu: “Fuori da qui lesbica!”

La foto con l’insulto è stata pubblicata su Facebook dai Sentinelli di Milano, gruppo molto attento a tematiche legate alla discriminazione. Come scrive il Corriere della Sera, Sabrina lavora al Manzoni da tre anni: “Sono rimpasta impietrita, ho fatto fatica a trattenere le lacrime” ha raccontato.

L’episodio risale a venti giorni fa. Dopo aver trovato la scritta, la donna racconta che “per due giorni non sono entrata nello spogliatoio, poi ho deciso di reagire: non devo vergognarmi io ma chi l’ha fatta quella scritta. Mi sono rivolta ai sindacati e ho presentato denuncia contro ignoti alla polizia: ho subìto troppo nell’ultimo anno, i commenti, i giudizi. Ormai mi ero quasi abituata, ma questo non me l’aspettavo proprio”.

Sabrina è madre di quattro figli. Un anno fa, dopo aver lasciato il suo ex compagno si è innamorata di un’altra donna: “Soltanto quando mi è venuta la pelle d’oca abbracciando una donna ho capito di aver represso per troppo tempo la mia sessualità”. Sabrina racconta che “quasi contemporaneamente sono iniziati i problemi sul lavoro. Le colleghe sono le più feroci, alcune si alzavano se provavo a sedermi vicino a loro in mensa, quella che credevo un’amica mi ha detto che sono un’altra persona da quando mi sono ammalata. Ma io non sono malata, sono innamorata”. 

Da quando è uscita allo scoperto, il posto di lavoro per lei è diventato un luogo invivibile. Negli ultimi giorni sono continuate le occhiatine e le battutine, ora l’arrivo della scritta sull’armadietto, la molla che ha spinto la donna a denunciare il fatto e a uscire allo scoperto.

Fonte: Leggo, Corriere della Sera, Facebook

 

Lecco, la dipendente gay dell'ospedale insultata

Lecco, la dipendente gay dell’ospedale insultata