Letta e Renzi si danno il “cinque” dopo 2 ore di confronto (foto)

Pubblicato il 8 Giugno 2013 17:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2013 19:03

FIRENZE 8 GIU – Dopo quasi due ore di colloquio nello studio di Palazzo Vecchio, Enrico Letta e Matteo Renzi si stringono la mano, dandosi il ‘cinque’ in favore di telecamere e obiettivi fotografici. Il sindaco di Firenze ha poi accompagnato il presidente del Consiglio all’uscita di Palazzo Vecchio.

Letta, prima di essere ospite a “La Repubblica delle idee”, sull’incontro ha detto: “Chi pensa che noi rinverdiremo antiche storie di galli nel pollaio, ha sbagliato film”.

”Questi fiorentini ci sapevano fare? Renzi ha passato le ultime tre ore a farmelo notare…”. Enrico Letta, ha spiegato alla platea de “La Repubblica delle idee” che il sindaco di Firenze oggi gli ha mostrato Palazzo Vecchio e i suoi tesori d’arte. ”Mi ha portato sulla Torre di Arnolfo – ha detto Letta, pisano – spiegandomi che è alta 87 metri mentre a Pisa è di 57 metri…”.

Il sindaco ha parlato col premier anche della battaglia di Cascina, ”in cui i fiorentini distrussero Pisa – ricorda Letta – pensate che i fiorentini si misero a fare il bagno nell’Arno, i pisani li attaccarono, e un tale Marco Donati andò ad avvertire i fiorentini che si ricomposero, riuscirono a resistere e distrussero Pisa. Tempi duri”. Ezio Mauro, direttore de La Repubblica, ha quindi fatto notare al premier che ”sembra dire che questo palazzo è  talmente bello che chi abita qui dovrebbe tenerselo stretto”: Letta ha risposto dicendo che Renzi gli ha fatto firmare il libro d’onore di Palazzo Vecchio.

La stretta di mano Letta-Renzi (foto Ansa)