Liguria, presidente Burlando va per funghi il primo giorno di Consiglio (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 settembre 2013 11:59 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2013 12:02

GENOVA – Regione Liguria, primo giorno di Consiglio dopo la pausa estiva. Il presidente della Regione è assente, “motivi personali”. Ma negli stessi minuti lo stesso presidente Claudio Burlando posta su Twitter foto della sua scampagnata, mentre va per funghi. E l’opposizione non apprezza: ”Il presidente della Regione Claudio Burlando va per funghi mentre il primo Consiglio regionale dopo la pausa estiva lavora”. Lo hanno denunciato i consiglieri regionali Marco Melgrati (Pdl) e Lorenzo Pellerano (Lista Biasotti) durante i lavori dell’assemblea. ”Manda foto di funghi porcini su internet via Twitter durante il primo Consiglio regionale dopo un mese di pausa, ma scherziamo?”, ha denunciato Pellerano. ”E’ vergognoso, qui sta diventando un circo, Burlando va per funghi dopo un mese di festa, un insulto all’assemblea, sì è messo in congedo a Rondanina mentre qui si lavora”, ha attaccato Melgrati. Il presidente del Consiglio regionale, Rosario Monteleone, ha spiegato che: ”Il presidente Burlando è legittimamente assente avendo chiesto congedo per motivi personali, è libero di fare ciò che vuole”.

Le forze politiche di minoranza, in apertura dei lavori del Consiglio avevano fatto notare l’assenza di Burlando, di molti altri consiglieri di maggioranza e assessori, tanto che il numero legale è stato garantito dall’opposizione. Burlando spiega così l’assenza: ”Ho la consuetudine di andare a trovare i miei familiari a Rondanina almeno una volta all’anno: se ci sono i funghi andiamo volentieri a raccoglierli. Avevo programmato questa visita per oggi, giovedì, proprio perché il Consiglio regionale si tiene normalmente il martedì, mentre il venerdì c’è la riunione di Giunta, e in questi week-end ho una fitta agenda di lavoro. Quando la riunione del Consiglio è stata spostata a oggi – non tutti i consiglieri erano rientrati dalle ferie – ho scelto di mantenere questo impegno privato chiedendo un regolare congedo per motivi familiari”.