Merve Aydin, Manteo Mitchell, Liu Xiang: le immagini degli “incidenti” Olimpici

Pubblicato il 10 agosto 2012 15:13 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2012 15:17

LONDRA – Queste foto mostrano una serie di incidenti che hanno colpito gli atleti durante le Olimpiadi di Londra. Si parte con la neozelandese Jenny Bindon che durante una partita di calcio femminile contro gli Usa, è rimasta a terra dopo essere stata colpita dall’avversaria Alex Morgan.

A seguire la pessima figura del pesista tedesco Matthias Steiner a cui è sfuggito dalle mani un bilanciere da 105 chili, l’infortunio al cinese Liu Xiang ai 100 metri (cosa che gli era già accaduta alle Olimpiadi di Pechino), al cubano  Lazaro Borges a cui si è spezzata l’asta del salto in alto, all’egiziana  Khalil Mahmoud K Abir Abdelrahman a cui è finito sul collo un bilanciere da 75 chili ed ha rischiato il soffocamento, fino alla turca Merve Aydin che al ritiro ha preferito l’agonia arrivando al traguardo dolorante tra gli applausi del pubblico.

L’ultimo in ordine di tempo è Manteo Mitchell.  Il quattrocentista statunitense è riuscito a portare a termine la sua frazione nella staffetta 4×400 m correndo con una gamba rotta.

Tre giorni prima della gara, l’atleta era caduto su una scala del Villaggio Olimpico. Dopo il dolore iniziale aveva preso degli antinfiammatori e tutto era andato a posto. Si era quindi presentato regolarmente al blocco di partenza della prima frazione. “Mi sentivo bene – ha spiegato –  E anche nel riscaldamento, nessun problema. Poi, in corsa, ho sentito qualcosa che si rompeva. Mi sembrava che la gamba fosse spezzata in due. Volevo fermarmi e sdraiarmi a terra, ma poi ho visto Josh che aspettava il testimone”.