Omicidio Luca Rosi, l’arresto dei suoi assassini: le foto

Pubblicato il 19 Marzo 2012 14:20 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2012 14:20

PERUGIA  – E’ stato catturato in Romania il romeno ricercato dai carabinieri per la rapina in villa compiuta il 2 marzo scorso a Ramazzano, durante la quale venne ucciso il 39enne Luca Rosi. L’uomo e’ stato fermato dai carabinieri del reparto analisi criminologiche del Ros, in collaborazione con la polizia romena.

Nei confronti del romeno, 23 anni, il gip di Perugia aveva emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere, la stessa che venerdi’ aveva portato all’arresto di altri due suoi connazionali, Iulian Ghiorghita, 31 anni e Aurel Rosu, 20 anni, fermati dai carabinieri a Gorizia, al confine tra Italia e Slovenia e ai quali vengono contestati la rapina in villa avvenuta a Resina, durante la quale e’ stata violentata una donna, quella di Ramazzano in cui ha perso la vita il banchiere 38enne Luca Rosi e un colpo del giugno 2011, sempre in villa, a Bastia Umbra. Rapina aggravata a mano armata, sequestro di persona, omicidio aggravato e porto abusivo di armi da fuoco, le accuse contestate ai tre stranieri per il colpo a Ramazzano (l’unico contestato all’ultimo fermato). Ghiorghita e Rosu devono rispondere anche della violenza sessuale durante la rapina a Resina. Il 23 enne arrestato stamani dopo i fatti era rientrato in Romania ma, al contrario degli altri due connazionali lui non era rientrato in Italia.

A seguire le foto degli arresti di Iulian Ghiorhita, 31 anni, e Aurel Ros, 20 anni: