Lusi fuori dal carcere, per lui “domiciliari” in un convento abruzzese

Pubblicato il 18 settembre 2012 18:53 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2012 11:30

ROMA – Il gip di Roma ha concesso gli arresti domiciliari al senatore Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita, accusato di associazione a delinquere finalizzata all’appropriazione indebita. Il giudice Simonetta D’Alessandro ha disposto che Lusi prosegua la detenzione in un convento in Abruzzo.

I domiciliari in una struttura religiosa sono stati disposti per impedire che Lusi stia nella stessa casa dove la moglie, Giovanna Petricone, è ai domiciliari.

Lusi, accusato di aver depredato le casse della Margherita per oltre 25 milioni di euro, era entrato a Rebibbia il 20 giugno scorso dopo il voto del Senato che aveva dato il via libera alla richiesta di arresto formulata dai pm della Procura di Roma.

La struttura religiosa presso la quale sarà detenuto ai domiciliari Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita, è il monastero di Santa Maria dei Bisognosi di Carsoli, una località dell’Abruzzo. In giornata verrà trasferito presso il monastero. Il giudice per le indagini preliminari ha accolto l’istanza di scarcerazione presentata dai difensori dell’ex tesoriere, gli avvocati Luca Petrucci e Renato Archidiacono, sulla quale la Procura aveva espresso parere favorevole.

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1345985″]

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other