Madeleine McCann, Scotland Yard diffonde identikit del rapitore (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2013 12:30 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2013 12:44

ROMA – La polizia britannica ha diffuso l’identikit di un sospetto nell’inchiesta sulla scomparsa di Madeleine McCann, la bimba di quattro anni sparita nel 2007 da una camera d’albergo in Portogallo mentre i genitori erano a cena con gli amici.

L’identikit, formato da due immagini del volto di un uomo, è stato elaborato al computer sulla base delle descrizioni di due testimoni. Lo sconosciuto fu visto nella zona del resort di Praia da Luz, in Algarve, nel momento della scomparsa di Maddie, il 3 maggio 2007. La sua descrizione era stata fatta da due testimoni alla polizia portoghese. Si tratta di un uomo bianco fra i 20 e i 40 anni, coi capelli scuri e corti, di media corporatura e media altezza, col volto rasato. Non è mai stato rintracciato dagli investigatori.

Scotland Yard ha recuperato la sua descrizione nella sua nuova inchiesta sul caso, avviata due anni fa, e ha preparato l’identikit. “Che quest’uomo sia o no la chiave per sbloccare l’indagine, rintracciarlo e parlargli è di vitale importanza per noi – ha detto l’ispettore capo Andy Redwood della Metropolitan Police -. Le immagini digitali sono chiare e chiedo al pubblico di guardarle molto attentamente. Se sapete chi è questa persona, fatevi avanti”.

GB: Maddie: pubblicato identikit di un sospetto

L’identikit del sospetto diffuso da Scotland Yard

L’identikit sarà mostrato la sera del 14 ottobre in un programma tv della Bbc “Crimewatch” (l’equivalente britannico di “Chi l’ha visto?”), che metterà in scena con attori la nuova ricostruzione della scomparsa fatta da Scotland Yard (a seguire il video che anticipa quello che verrà trasmesso. Per saperne di più clicca qui).

“Il nostro lavoro ha modificato in modo significativo la cronologia e la versione accettata finora degli eventi”, ha aggiunto Redwood. Altri identikit sul caso Maddie verranno diffusi in futuro dalla polizia, ma è l’uomo bruno quello su cui gli investigatori puntano ora. Redwood nei prossimi giorni andrà in Germania, Olanda e Irlanda per ripetere l’appello per la sua identificazione.