Mafia, su Facebook la vita di Domenico Palazzotto: limousine e champagne FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Agosto 2014 11:37 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2014 12:39

ROMA – Mafiosi dalla Sicilia alla home page del sito inglese del Daily Mail. Chi vuole farsi un’idea di come gli stranieri ci vedono clicchi qui e continui a leggere questo articolo. L’originale inglese è basato su una inchiesta del settimanale l’Espresso, afferma il Daily Mail.

Il titolo è lampante:

“Dalla omertà all’online. I boss della moderna mafia italiana rompono con la tradizione, sbandierando ricchezza e potere su Facebook. La mafia siciliana è nota per custodire in segreto le sue attività. Ma i boss di oggi si vantano online del loro lussuoso stile di vita”.

L’articolo è in linea:
La mafia siciliana è nota per le rigorose tradizioni e i rituali di sangue, che hanno conservato segrete per generazioni le loro identit e  le loro attività. Ma la mafia di oggi si rivolge ai social media per portare avanti i suoi sporchi traffici. La nuova generazione di boss ha iniziato a usate siti come Facebook servendosi di pseudonimi e false identita per gestire accordi di droga e chiedere il pizzo, secondo la polizia.
Ma ora lo usano anche e sempre pi per mettere in evidenza il loro potere e ricchezza”.
Il Daily Mail cita il caso del boss siciliano Domenico Palazotto, che ha 28 anni:
“ha postato foto di se stesso a bordo di una limousine, mentre beve champagne e si vanta di essere come il boss Massimo Messina Denaro e di essere “il padrino originale”
La mafia quindi si evolve, sempre, e su Facebook ormai si possono rintracciare le carriere dei nuovi padrini di cosa nostra, come quella di Domenico Palazzotto, “uno dei giovani rampolli di Cosa Nostra, uno dei candidati a scalare la gerarchia della mafia siciliana” come lo ha definito L’Espresso.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA GALLERY

Sul profilo Facebook di Palazzotto le foto in piscina, al mare, con gli amici sul motoscafo, con lo champagne in limousine e poi la lunga serie di post e commenti. L’inchiesta è dell’Espresso, articolo poi ripreso anche dal Guardian.

L’ultima foto è del 12 giugno, ultima perché 11 giorni dopo, il 23 giugno Palazzotto è stato arrestato nell’ambito dell’operazione “Apocalisse”. Nell’immagine Palazzotto con un bicchiere di champagne, in limousine.

E mentre l’arresto si avvicinava Palazzotto sfidava lo Stato: “Tra il dire e il fare… c’è di mezzo il mare… quindi… siete e rimarrete dei poveretti… con un pugno di mosche in mano… hahaha erano convinti sti secchielli i miaidda (merda, ndr)”. E ancora: “Qualke volta come Fabrizio Corona mi finisce… tanto x cambiare… kiamato dalla questura…”

Risale ad ottobre invece un video postato sul profilo: “Il padrino sono io” urla un amico, “Vabbè, l’originale sono io” risponde Palazzotto. E a chi gli chiede come affiliarsi Palazzotto risponde: “Dobbiamo valutare i precedenti penali, incensurati non ne assumiamo”.