Maltempo Europa: allerta Danubio. Città sott’acqua, almeno 9 morti, dispersi…

Pubblicato il 2 Giugno 2013 15:58 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 11:45

ROMA – E’ allarme maltempo nell’Europa centrale colpita da un’insolita ondata di piogge per questo periodo dell’anno. Il Danubio è a rischio esondazione in Germania. Centinaia le città alluvionate, 9 morti, decine di dispersi.

In Repubblica Ceca ci sono stati finora quattro morti e diversi dispersi per le inondazioni. Molte città tra Germania, Austria e Svizzera sono sotto l’acqua. Quattro i morti tra Germania e Svizzera, un morto e un disperso in Austria. E la situazione rischia di peggiorare con il passare delle ore.

La situazione più pericolosa è, in Germania, Ungheria, Austria, Svizzera, attorno ai grandi fiumi. Il Danubio e il Reno minacciano di esondare. E il servizio meteorologico tedesco preannuncia ancora una settimana di forti precipitazioni, e niente speranze di schiarite e sole prima del weekend.

Allarme Danubio. L’allerta è stata lanciato nell’ovest della Germania e anche in Austria e Svizzera: preoccupa la situazione dei tre principali fiumi, Danubio – che lunedì si prevede possa raddoppiare il livello delle acque -, Reno e Neckar che continuano a salire mentre i meteorologi prevedono piogge anche nei prossimi giorni.

In Germania, la pioggia cade ormai incessantemente da quattro settimane e, secondo alcuni media, almeno due persone sono morte a causa del maltempo. Allarme a sud, a Passau e Rosenheim per le esondazioni di Danubio e Inn. Le autorità di Passau hanno chiesto l’intervento dell’esercito per alzare barricate sugli argini alla confluenza di Danubio, Inn e Ilz: l’acqua è già arrivata sopra il livello raggiunto nell’alluvione del 2002 e il centro è stato parzialmente inondato.

Negli scorsi giorni a causa delle alluvioni in Germania e Svizzera quattro persone sono morte o sono state dichiarate disperse. La cancelliera Merkel ha promesso aiuti e militari per le aree colpite. I problemi in Germania non solo solo a sud, ma anche a est, nella città di Chemnitz. Chiusi al traffico fluviale anche i fiumi Reno, Meno e Neckar.

La morsa del maltempo, si sta allentando invece, nella Svizzera tedesca dove soprattutto a ovest e a est la situazione dovrebbe migliorare grazie a un fronte di alta pressione centrato sulla Gran Bretagna, con la cessazione delle precipitazioni.

Repubblica ceca, inondazioni: 4 morti.  Una donna è morta nel crollo del suo chalet a Trebenice, 30km a sud di Praga, in seguito alle inondazioni causate dalle piogge torrenziali. Un’altra persona è rimasta intrappolata nelle macerie dello stesso chalet, ha detto il portavoce della polizia, Zdenek Chalupa, precisando che i lavori ”di salvataggio sono estremamente complicati”. Due uomini che si trovavano su un gommone risultano dispersi nella stessa regione, mentre un’altra persona risulta dispersa nella regione di Pilsen.

Il fiume Moldava è straripato in alcun punti, in particolare nell’isola di Kampa nel centro storico di Praga.

Il corpo di un uomo di 82 anni è stato trovato la notte scorsa a Mokrany, nei pressi di Benesov, in Boemia centrale, mentre il cadavere di un 55enne è stato recuperato dalle acque del fiume di Upa, a Trutnov, nel Nord.

Secondo le ultime informazioni, la polizia sta cercando altre quattro persone che risultano disperse. Due canottieri sono probabilmente caduti ieri nell’acqua mentre facevano rafting nella regione di Beroun, nella Boemia centrale.

Austria: un morto e due dispersi. Una persona è morta ed altre due risultano disperse in Austria a causa delle frane innescate dalle violente piogge che si stanno abbattendo su mezza Europa. Le autorità hanno riferito anche che più di 300 persone sono state evacuate dalle loro abitazioni minacciate dai fiumi in piena. Lo stato di allerta è stato decretato in gran parte delle province occidentali del Vorarlberg, del Tirolo e di Salisburgo, cosi’ come nella provincia dell’Alta Austria.

Le Ferrovie Federali Austriache hanno annunciato che il traffico ferroviario è stato interrotto a causa di frane in molte parti delle province di Salisburgo e del Tirolo. Parte della strada che dall’Austria porta verso la Svizzera è stata chiusa, cosi’ come molte strade in varie regioni dell’Austria.

A Linz, nel nord del Paese, il Danubio è in piena e i vigili del fuoco hanno chiuso al traffico diverse zone della citta’. Nel Vorarlberg, solo nella giornata di ieri, sono caduti 132 millimetri di pioggia, secondo il centro meteo Zamg. Centinaia di vigili del fuoco, i servizi di emergenza e lo stesso l’esercito austriaco sono stati mobilitati per rendere percorribili le strade, sovrintendere le evacuazioni e occuparsi della costruzione di barriere. A causa del maltempo, festival all’aperto e altri eventi culturali sono stati cancellati o rimandati.

(Foto LaPresse)