Maltempo. Esondazioni e allagamenti: danni da Grosseto a Nettuno, Anzio e Ischia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2013 21:06 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2013 21:16

ROMA – Allagamenti, fiumi straripati, famiglie allontanate dalle abitazioni. Dalla Toscana alla Campania, passando per Lazio e Umbria, il maltempo non ha risparmiato disagi ai cittadini e danni a strade, case e ferrovie nel week end tra  e 6 ottobre. Anche due dispersi, Markus Link e il figlio di 6 anni investiti dal torrente Satello esondato, nel bilancio di questa ondata di maltempo portata dal ciclone Penelope e con cui l’autunno sembra arrivato in Italia.

Toscana.

Nel provincia di Grosseto l’incidente più grave: l’auto di un turista svizzero è stata investita da un torrente in piena, portando con sé l’uomo che la guidava e il figlio di 6 anni, che tuttora risultano dispersi. Interrotta poi la linea ferroviaria Siena-Grosseto nella giornata del 6 ottobre. Sempre nella provincia di Grosseto, 23 persone sono state allontanate dalle loro abitazioni a causa degli allagamenti.

Umbria.

Oltre trenta gli interventi eseguiti in provincia di Perugia dai vigili del fuoco per gli allegamenti e gli alberi caduti in seguito al maltempo: hanno riguardato soprattutto la zona del Trasimeno, ma anche quella di Marsciano e Perugia.

Lazio.

Smottamenti, allagamenti nelle abitazione con l’ acqua che ha raggiunto anche due metri, fango sulla sede ferroviaria: nel Lazio il maltempo si è abbattuto soprattutto sul litorale, ed in particolare sui comuni di Anzio e Nettuno, dove sono intervenuti agenti della polizia, vigili urbani e anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Roma che hanno ricevuto oltre 30 richieste di intervento per abitazioni, garage, cantine, vani ascensori e negozi allagati.Il fiume Amaseno, in provincia di Frosinone, è in piena ed è già straripato in alcuni punti.

Campania.

Oltre 100 interventi di soccorso sono stati effettuati nella notte dai vigili del fuoco tra Napoli e provincia a causa della forte pioggia. Numerosi gli allagamenti di scantinati. I pompieri sono stati chiamati a liberare due ambulanze bloccate nell’acqua nella zona orientale della città, e nel quartiere di Ponticelli e che trasportavano ammalati in codice rosso. Diversi gli interventi per auto bloccate.

Un automobilista di 53 anni, che era rimasto intrappolato all’interno della propria auto in quanto era finito in una pozza d’acqua alta circa un metro e mezzo, è stato messo in salvo dai poliziotti che si sono lanciati in acqua. L’uomo è in stato di shock.

A Monteforte Irpino (Avellino) due anziani coniugi sono rimasti intrappolati all’interno della loro abitazione, invasa da mezzo metro di acqua, fango e detriti. Per liberarli, si è reso necessario l’abbattimento di un cancello che separava l’abitazione dal giardino.

Allagamenti e uno smottamento, anche se di dimensioni limitate, a Ischia (Napoli) per i forti temporali della notte. La chiesa di Marina Grande a Procida (Napoli) è stata allagata dalla pioggia intensa ed il parroco ha richiamato l’attenzione dei fedeli suonando le campane.

Prima acqua alta a Venezia.

A Venezia per il 7 ottobre si prevede, alle 12,25, la prima acqua alta della stagione, con 105 centimetri di altezza sul medio mare.

(Foto Ansa)