foto notizie

Maltempo, neve blocca il nord Italia da Valle d’Aosta a Trentino e Friuli (foto)

TRENTO – La neve tra il 30 e il 31 gennaio è caduta copiosa e l’ondata di maltempo sta paralizzando il nord Italia dalla Valle d’Aosta al Trentino Alto Adige, passando dalla Liguria e dal Friuli Venezia Giulia. Anche in Piemonte persistono le nevicate a partire da quota 300 metri, con inevitabili disagi per il traffico come riporta Viabilità Italia. 

Si registrano ancora deboli nevicate e nevischio: in autostrada A33 tra Asti e Cuneo; in autostrada A26 tra il bivio per la A10 e Casal Monferrato; sulla diramazione Predosa-Bettole e sulla diramazione Stroppiana-Santhià; in autostrada A7 tra Serravalle Scrivia e Genova Bolzaneto.

In Trentino l’intensa nevicata delle ultime ore sta provocando problemi alla circolazione stradale e ferroviaria. Sulle strade, a quote superiori a 700 metri, ed in particolare in Val di Non, Val di Sole e Alta Val Rendena dove il fondo stradale è innevato, è indispensabile che sia montata l’attrezzatura invernale, soprattutto per i camion. Chiuso il passo del Tonale. Numerosi gli interventi per rimuovere rami caduti o pericolanti.

In Alto Adige sono stati chiusi i passi Giovo, Gardena, Sella, Pordoi, Campolongo, Valparola, Falzarego, Rolle, San Pellegrino e Fedaia. La statale di Alemagna è chiusa fra Dobbiaco e Cortina per una valanga. In alcune località ci sono strade chiuse per alberi schiantati. E’ interrotta anche la circolazione ferroviaria in Val Pusteria. Sospeso il servizio della funicolare della Mendola.

In Valle d’Aosta dopo le abbondanti nevicate concentrate nelle valli di Gressoney, Ayas e Champorcher, dove sono caduti fino a 40 centimetri di neve, resta alta l’attenzione per le valanghe. Il poco vento tuttavia non fa impennare il grado di pericolo, che nelle tre vallate si attesterà tra il livello 2-moderato e 3-marcato (su una scala di 5 punti). Le temperature vanno dagli 0 gradi di Aosta ai -14 gradi dei 3.462 metri di Punta Helbronner, nel massiccio del Monte Bianco.

In Friuli Venezia Giulia una slavina di grandi dimensioni è caduta lungo la strada di accesso alla frazione di Casso, in comune di Erto, località famosa per la frana del Vajont di 51 anni fa. Da quanto si è appreso, la massa di neve ha invaso la carreggiata durante la notte. La frazione è tuttavia totalmente isolata.

 

(Foto Ansa)

 

To Top