Maltempo: tramontana a Genova. Esondano torrenti in Campania, tromba marina in Toscana FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 settembre 2014 16:12 | Ultimo aggiornamento: 1 settembre 2014 17:00

ROMA – L’estate si ferma e torna il maltempo che già a partire da domenica 31 agosto sta interessando più o meno tutta l’Italia. Da lunedì 1 fino ad almeno venerdì 6, al Centro-Sud è previsto maltempo: colpa di una perturbazione proveniente dal Mare del Nord che porterà vento, piogge e temperature in calo.

Le prime regioni ad essere colpite sono state quelle del nord: già domenica sera, violenti temporali si sono abbattuti su Milano, ma anche Venezia ha visto le temperature crollare dai 29 gradi di sabato ai 21 di domenica 31 agosto.

IN FRIULI VENEZIA GIULIA E’ QUASI INVERNO: NEVE SUI 2MILA METRI – La neve ha fatto la sua comparsa sui rilievi del Friuli Venezia Giulia intorno ai 2mila metri, un effetto “quasi-invernale” della perturbazione che ha portato pioggia e vento su tutta la regione. Le webcam dell’Osservatorio meteorologico regionale (Osmer) dell’Arpa, mostrano una spolverata di neve sul monte Lussari, a 1.789 metri, con una temperatura di 2 gradi alle ore 8.00. Neve anche sullo Zoncolan e sulle alture sopra Barcis (Pordenone). Per la giornata si prevede cielo in prevalenza nuvoloso, con piogge intermittenti, in genere deboli o moderate e più probabili verso est, e qualche schiarita, specie in Carnia.

ALTO ADIGE, MUORE PER UNA FRANA POMPIERE – Alexander Mayr, 39 anni, capo dei vigili del fuoco volontari di Campodazzo, un paesino alle porte di Bolzano, è morto la notte scorsa mentre era al lavoro su una serie di frane causate dal maltempo che si sono abbattute sulla statale del Brennero. Mentre con i suoi colleghi stava valutando la situazione, una frana lo ha travolto, trascinandolo nel torrente Isarco. E’ stato recuperato più a valle, ma nonostante i tentativi di rianimazione, è deceduto. Mayr lascia la moglie e tre figli.

FORTE TRAMONTANA A GENOVA: VOLO DIROTTATO – Disagi si sono registrati in mattinata a Genova a causa delle forti raffiche di tramontana con punte anche di oltre trenta nodi che soffiavano sul capoluogo ligure. Per le forti raffiche è stato necessario dirottare un volo della Lufthansa in arrivo da Monaco. Il velivolo è stato dirottato su Torino e i passeggeri sono stati portati a Genova in autobus. Disagi si registrano anche in porto dove le operazioni di scarico e carico sono rallentate sia a Genova sia al Vte di Voltri e sulle autostrade dove i cartelli stradali indicano di procedere con prudenza a causa delle forti raffiche. Decine gli interventi dei vigili del fuoco per rimuovere alberi, rami, cartello divelti dal vento e per mettere in sicurezza tetti pericolanti. I problemi maggiori si registrano nel ponente e sulle alture cittadine.

ROMA, RAFFICHE DI VENTO: VOLANO BANCHI DEL MERCATO – Un’improvviso oscuramento del cielo e forti raffiche di vento. Non hanno potuto fare nulla i commercianti del mercato tiburtino, che hanno visto letteralmente volare ombrelloni, i vestiti che erano in vendita e i banchi. Dopo la ‘bufera’, la conta dei danni, con la maggior parte della merce ormai inutilizzabile. Danni anche nel resto della città dove sono caduti alcuni alberi, nel quartiere Talenti, in via della Rustica, in via della Storta e sulla via del Mare.

A Civitavecchia una tromba d’aria ha spaventato i residenti che l’hanno avvistata in mare. Le previsioni del tempo erano state chiare: l’allerta meteo della protezione civile aveva parlato di temporali e forti raffiche di vento. L’allerta durerà ancora diverse ore. Temporali si sono abbattuti anche in Umbria, bassa Toscana.

NUBIFRAGI IN PROVINCIA DI NAPOLI – Mattinata di intenso lavoro per i vigili del fuoco del comando provinciale di Napoli a causa dei nubifragi che si sono abbattuti soprattutto nell’hinterland partenopeo. Particolari disagi si stanno registrando a Nola, Casoria, Marigliano e Cicciano dove i vigili del fuoco sono impegnati a soccorre cittadini rimasti in panne con le loro auto e per svuotare scantinati allagati. Al momento sono 18 le squadre dei caschi rossi impegnate nella zona.

ESONDA TORRENTE IN PROVINCIA DI AVELLINO: AUTO TRASCINATE VIA – Forti disagi e danni in provincia di Avellino a causa dei forti temporali che hanno interessato, nella prima parte della giornata, soprattutto le zone dell’Arianese e della Valle dell’Irno. I maggiori problemi si sono verificati a Solofra (Avellino) in località santa Lucia dove l’omonimo torrente è esondato trascinando a valle almeno otto auto che si trovavano parcheggiate sulla strada. Numerosi gli allagamenti di cantine e garage e gli smottamenti. Allagamenti anche a Montoro, Serino e San Michele di Serino. Analoghi problemi, anche se di minore intensità, ad Ariano Irpino e a Volturara. Nelle zona interessate dal maltempo stanno intervenendo numerose squadre dei Vigili del Fuoco di Avellino insieme ai carabinieri delle locali Stazioni e del Comando provinciale dell’Arma.

ABRUZZO, A PESCATA 15 GRADI: NEVE OLTRE 2MILA METRI – Neve ‘estiva’ con 20 cm in quota sul Gran Sasso, imbiancata intorno ai 2.200 metri, e temperature a picco anche sulla costa abruzzese con Pescara dove ieri le spiagge erano piene e oggi 1 settembre il termometro è sceso a 15 gradi con pioggia battente fin dalla mattina. “La prima fase di questo peggioramento – spiega Giovanni De Palma di AbruzzoMeteo – sta lasciando l’Abruzzo, ma attenzione perché non è finita: è in arrivo la seconda fase, che interesserà la fascia orientale e la costa con piogge intense, anche a carattere temporalesco, e veri e propri acquazzoni, nel pomeriggio, in serata e nella notte”.

TROMBA MARINA AD ANSEDONIA – Il maltempo si abbatte anche su alto Lazio, Umbria e sulla bassa Toscana: ad Ansedonia in provincia di Grosseto, si è sviluppata una tromba marina. A Marina di Grosseto invece, è crollato parte del tetto della chiesa di San Rocco.

Le immagini del maltempo (foto Ansa)