Maltempo Veneto: donna morta a Montegrotto, Bacchiglione a rischio esondazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2014 8:56 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2014 8:56

PADOVA – I canali tra Battaglia e Montegrotto sono esondati la sera del 4 febbraio nella provincia di Padova ed una donna di 87 anni, E.M., è stata trovata morta nella sua casa di via Vallonia, una delle zone più colpite dal maltempo degli ultimi giorni. A Bovolenta il fiume Bacchiglione ha toccato il livello massimo di 7,94 metri di quota, un record che non si registrava dal 1966.

Donatella Vetuli su Il Gazzettino riporta le preoccupazioni del sindaco di Bovolenta, Vittorio Meneghello:

«Se si rompe l’argine, nel giro di un minuto e mezzo Bovolenta è sott’acqua». Novanta secondi contava ieri il sindaco Vittorio Meneghello, già alla sua quinta alluvione in tre anni di mandato, ma solo stavolta con le palpitazioni per i «murazzi in sofferenza»”.

Nella zona di Montegrotto una donna è stata trovata senza vita, spiega il sindaco Massimo Bordin:

“«Non escludo che possa essere caduta dopo essersi fatta prendere dal panico»”.

La situazione resta critica in tutta la provincia di Padova, dove alcune abitazioni sono state sgomberate:

“Interi quartieri allagati anche a Sarmeola di Rubano, Caselle di Selvazzano e Tencarola. Ma pure l’area artigianale, come quella in via Sant’Antonio e in via Dante a Caselle, dove a finire sott’acqua sono stati i capannoni. Situazione difficile a Pernumia: nella zona della golena cinque le abitazioni allagate”.

(Foto Ansa)

Maltempo Veneto: donna morta a Montegrotto, Bacchiglione a rischio esondazione