Manlio di Stefano (M5s): “Napolitano indecente: dimettiti”

Pubblicato il 20 settembre 2013 17:56 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2013 17:59

ROMA – “Le parole di Giorgio Napolitano sono indecenti. Si dimetta”: parole dure, ancora una volta, dal Movimento 5 Stelle. Questa volta è Manlio di Stefano a criticare sul proprio profilo Facebook il capo dello Stato. Motivo delle accuse, questa volta, l’appello fatto venerdì mattina da Napolitano, che ha chiesto di porre fine al conflitto tra politica e magistratura (con un chiaro riferimento al discorso di Silvio Berlusconi) e allo stesso tempo ha invitato i magistrati “all’equilibrio”.

“In altri Paesi saremmo al limite di una procedura di sfiducia al Capo dello Stato, ha scritto di Stefano sul proprio profilo Facebook. E’ indecente che si possano pronunciare parole simili di finta pacificazione quando non c’è una guerra in atto tra pm-politici, ci sono solo politici che delinquono da 50 anni e pm che indagano. Rassegni le dimissioni”.

In Italia, afferma di Stefano, “è certamente più facile essere dalla parte dei potenti e questo di per sé dovrebbe garantire la buona fede dei pm che combattono il crimine politico-finanziario. Se Napolitano non è in grado di capire questo semplice quanto delicato concetto per scarsa lucidità o, spero di no, per malafede, faccia un passo indietro e rassegni le sue dimissioni. Certamente gli italiani non sentiranno la sua mancanza”, conclude.

 

Manlio di Stefano (M5s): "Napolitano indecente: dimettiti"

Il post di Manlio di Stefano (da Facebook)