Mano recisa e cucita alla caviglia: gliela riattaccano dopo un mese (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Dicembre 2013 9:08 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2013 9:08

ROMA – Una mano attaccata alla caviglia per farla sopravvivere. I medici cinesi hanno salvato così la mano di Xiao Wei, un operaio cinese che aveva perso la mano in un’incidente in fabbrica a Changde, in Cina. La ferita era troppo mal ridotta per riattaccare subito la mano, quindi i medici l’hanno attaccata alla caviglia e dopo un mese hanno riattaccato con successo la mano a Wei.

L’uomo era rimasto senza mano in un’incidente nella fabbrica dove lavorava. Arrivato in ospedale sette ore dopo la perdita della mano, i medici non potevano riattaccarla subito. Prima la mano doveva rivascolarizzarsi e la ferita al polso guarire dall’infezione o la procedura di riattaccamento non sarebbe andata a buon fine.

Così Wei per un mese ha “portato” la mano cucita alla sua caviglia, fino a quando la ferita non è guarita e i medici hanno potuto riattaccare la mano in sicurezza e con ottimi risultati.

ATTENZIONE: La visione della foto è sconsigliata ai lettori sensibili.

Mano recisa e cucita alla caviglia: gliela riattaccano dopo 1 mese (foto)