Marò: Massimiliano Latorre è in Italia, le foto con i familiari a Taranto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2014 16:40 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2014 16:40

TARANTO – Prima notte a casa per Massimiliano Latorre, il marò pugliese tornato a Taranto per curarsi dopo la lieve ischemia che lo ha colpito in India, dove è trattenuto da più di due anni, insieme al fuciliere Salvatore Girone, anche lui pugliese, con l’accusa di aver ucciso due pescatori, scambiandoli per pirati.

Massimiliano Latorre è andato a casa della sorella Franca, dopo essere atterrato, intorno alle 15 di sabato 13 settembre, all’aeroporto militare di Grottaglie (Taranto) dove erano ad attenderlo i famigliari, giunti a bordo di un furgoncino verde della brigata San Marco, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il capo di Stato maggiore della Marina, l’ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. Già nella giornata di sabato, Latorre è stato sottoposto a visite mediche di rito, necessarie per ottenere formalmente la licenza che gli servirà per riprendersi: Latorre resterà in Italia per quattro mesi stando a quanto deciso dall’Alta corte indiana, ottenute garanzie dell’ambasciata e dello stesso Latorre sulla certezza del rientro.

Il fuciliere, appena atterrato non ha rilasciato alcuna dichiarazione. La compagna di Latorre, Paola Moschetti, ha chiesto ai giornalisti rispetto per la privacy della famiglia: ”Chiedo che nei prossimi mesi – ha detto – sia rispettato il nostro desiderio di assoluta privacy e discrezione. E’ tempo che Massimiliano si concentri sui suoi cari e sulla riabilitazione”.

Il marò Massimiliano Latorre “è una persona in convalescenza che ha bisogno di riacquistare un pò di serenità” ha spiegato la sorella Franca ai microfoni di Sky Tg24, parlando sull’uscio della sua abitazione in via Gregorio VII, 20, al rione Tramontone di Taranto, dove il fuciliere di Marina si è ‘rifugiato’ dopo essere tornato in Italia.

“Ora c’è l’aria di casa – ha aggiunto la sorella del marò – compatibilmente con gli strapazzi per un viaggio così lungo. Non ha espresso desideri. Penso sia scontato il fatto che ritrovarsi tra le pareti domestiche possa essere un toccasana. E’ circondato ‘in toto’ dalla famiglia, ‘in toto’ e anche di più, anche da voi italiani”. E alla domanda della giornalista ‘Sentite il sostegno delle autorità italiane?’, Franca Latorre ha risposto “Assolutamente sì”.

Le foto di Massimiliano Latorre a casa della sorella (Ansa)