Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Maggio 2020 6:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2020 17:04
Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona

Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona (Foto Facebook)

ROMA – Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona. 

Guardate questa foto. L’ha scattata Pino Nicotri nel cavernoso e maestoso ingresso della metropolitana di Lisbona del Bairro Alto, la zona più chic della capitale del Portogallo.

Come ci ha raccontato ieri Nicotri, nei distributori automatici che si trovano nell’enorme atrio,

“insieme con le bibite, biscotti, wafer e snack si vendono le mascherine chirurgiche usa e getta a 1,5o euro. E quelle riutilizzabili a 3 euro l’una.

E con le mascherine, anche gel disinfettante e guanti chirurgici”.

Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona

Zitti zitti, senza strombazzare think tank e mega esperti mondiali, i portoghesi hanno riconvertito aziende per produrre milioni di mascherine.

Poi hanno messo le mascherine sul mercato a prezzi remunerativi, senza aspettare la manna dal cielo e gli aiuti dalla Cina.

Vedrete quando l’emergenza Coronavirus sarà finita come impazziranno di gioia i Pm indagando e approfondendo le imbarazzanti rivelazioni sui pasticci delle mascherine importate.

Già qualcosa è emerso sui giornali. I primi casi hanno toccato LombardiaLiguria, e Lazio.

Eppure l’Italia è il Paese dei vincoli, delle decine di pezzi di carta e di autocertificazioni. 

In Portogallo nulla di tutto ciò sembra essere accaduto.Rimuovi immagine in evidenza

In Italia il povero Domenico Mimmo Arcuri si è infilato nel tunnel del prezzo fissato per legge. 

Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona

La polemica lo ha già stritolato

E le mascherine non si trovano.

Tutti si chiedono: ma perché Conte ha scelto proprio lui? Chi glielo ha consigliato?

Ha mai approfondito caratteristiche e potenzialità.

Raramente un dirigente del pubblico è in grado di gestire qualcosa che funzioni fuori dalla ragnatela di leggi, regolamenti e conflitti di interesse che sono tipici del pubblico.

Immaginate una emergenza.

Eccezionale è stato il sindaco di Genova.

Mascherine con le patatine nei dispenser della metropolitana a Lisbona