Matteo Renzi da Hollande: “Insieme per altra Europa. Priorità crescita e lavoro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Marzo 2014 12:52 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2014 14:23

PARIGI – Matteo Renzi in Europa fa fronte con Francois Hollande: i due stringono un patto per accelerare nel percorso verso un'”altra Europa”, e per dare priorità a “crescita e lavoro”.

Il presidente del Consiglio Renzi è arrivato questa mattina, accompagnato dalla moglie Agnese, a Parigi: parte per lui il tour europeo. Renzi ha incontrato all’Eliseo il presidente francese Francois Hollande con il quale si è trattenuto a colazione.

“Le mie riforme sono serie, non sono proposte da campagna elettorale”, ha detto Renzi. E una nota dell’Eliseo al termine dell’incontro fa sapere: “Insieme, abbiamo ora la stessa volontà di accelerare, in un momento in cui le istituzioni europee si rinnovano e si definiscono i grandi orientamenti dei prossimi cinque anni”.

Scrive ancora l’Eliseo: “Renzi vuol far emergere ‘un’altra Europa‘”, proprio come Hollande che “lavora da due anni per cambiare l’orientamento” delle politiche Ue. Francia e Italia hanno, si legge, “le stesse priorità”, tra cui “la necessità di un’Europa più politica, più semplice, più chiara, che concentri la sua azioni” su alcuni punti fondamentali come “crescita e occupazione“.

La Francia e l’Italia, è un altro passaggio, “desiderano entrambe contribuire allo sviluppo della politica europea dell’energia, fondata sulla sicurezza degli approvvigionamenti, la protezione dell’ambiente e la competitività”.

“A partire dal primo luglio 2014 – dice ancora la nota dell’Eliseo – l’Italia presiederà la presidenza dell’Ue. Sarà un momento decisivo per dare insieme un impulso ai nuovi orientamenti per l’Europa”.

Il tour europeo porterà Renzi lunedì a Berlino, dove rivedrà Angela Merkel e lo farà portandosi dietro come “biglietto da visita”, un pacchetto di provvedimenti “che non sono mai stati portati avanti nel nostro Paese”. Un pacchetto, però, solo promesso.

Intanto la Merkel, che ieri ha “accarezzato” le riforme proposte da Renzi, dice: “Possiamo farcela a raggiungere lo zero” del debito entro il 2015. Un bilancio senza nuovi debiti, aggiunge, sarebbe davvero “un enorme successo”, ha detto.

(foto Ansa)