MH370, premier Malesia conferma: “Resti sono dell’aereo scomparso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2015 20:29 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2015 20:39
MH370, premier Malesia conferma: "Resti sono dell'aereo scomparso"

La distanza tra l’isola di Reunion (a sinistra in basso) e Kuala Lumpur

ROMA – E’ arrivata la conferma degli esperti: i rottami del Boeing 777 trovati sull’isola de La Réunion, vicino al Madagascar, sono dell’aereo della Malaysia Arlines scomparso l’8 marzo del 2014 con 239 persone a bordo. La notizia è stata divulgata dal premier della Malesia,Najib Razak.

Il politico ha spiegato che gli esperti che hanno esaminato i resti dell’ala in Francia hanno “concluso in modo definitivo” che faceva parte del volo MH370. Ed ha aggiunto: “Ora abbiamo la prova che quel volo si è concluso tragicamente nel sud dell’Oceano Indiano”.

Il Boeing 777 del volo MH370 Kuala Lumpur-Pechino, scomparve mentre volava in direzione opposta alla sua rotta iniziale. Subito dopo la sparizione si parlò di un possibile dirottamento a scopo terroristico. Partito poco dopo mezzanotte, il volo MH370 Kuala Lumpur-Pechino deviò bruscamente verso sud-ovest poco prima di entrare nello spazio aereo vietnamita, zigzagando tra Malaysia e Thailandia dopo aver disattivato le comunicazioni con la torre, per poi puntare a sud verso l’Oceano Indiano e precipitare per mancanza di carburante. Che cosa abbia spinto i piloti a cambiare la rotta resta un mistero.