Migrante morto in mare, il corpo abbandonato in acqua da 15 giorni FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Luglio 2020 13:52 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2020 13:52
Migrante, foto Ansa

Migrante morto in mare, il corpo abbandonato in acqua da 15 giorni FOTO (foto Ansa)

C’è un corpo di un migrante svestito, riverso e abbandonato in mare da quindici giorni.

E’ il corpo di un migrante che continua a galleggiare sui resti di un gommone semiaffondato.

Gommone di cui non sappiamo nulla. 

E il corpo, giorno e notte, continua a galleggiare senza che nessuno faccia niente.

I primi a pubblicare la foto del corpo sono stati quelli di Sea Watch Italy su Twitter lo scorso 30 giugno.

Il migrante, questa è l’ipotesi, potrebbe essere vittima di uno dei naufragi avvenuti tra il 29 e il 30 giugno davanti alla Libia, quando in diverse operazioni di soccorso furono salvate in più occasioni un’ottantina di persone, in particolare dalla Mare Jonio.

 “Un corpo in mare da due settimane a largo della Libia – scrive la Caritas -.

Nessuno vuole dargli una degna sepoltura. 

Quattro avvistamenti e quattro alert inviati da Seabird. Ma le guardie costiere di Italia, Libia e Malta li hanno ignorati. Il corpo del migrante ancora in acqua, alla deriva”.

La nuova richiesta di soccorso

Intanto continuano le richieste di soccorso.

Una barca con circa 65 persone a bordo ha chiamato Alarm Phone stamattina chiedendo aiuto.

“Sono nella zona di Malta e il motore non funziona

. Dicono che una donna sia svenuta e hanno bisogno di soccorso urgente!”, informa il servizio telefonico.

“Le persone a bordo sono nel panico! Dicono di stare imbarcando acqua. ‘Stiamo morendo, nessuno ci aiuta’, dicono. Nella zona le onde raggiungono i 2 metri e c’è forte vento. Il soccorso non deve essere ritardato ma Malta e Italia non stanno rispondendo alle chiamate di soccorso”. (Fonte: Ansa).