Milan e Inter, nuove maglie 2014-15 stravolgono la tradizione: polemica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Maggio 2014 17:29 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2014 17:29

MILANO – Milan e Inter presentano nello stesso giorno le nuove maglie per la stagione 2014-15, ed entrambe le squadre hanno deciso di rompere con la tradizione che, nei 115 (Milan) e 106 (Inter) anni di storia, non era mai stata cambiata: strisce verticali rossonere e nerazzurre di pari dimensione.

Nella maglia del Milan le strisce sono di grandezze variabili e il rosso è di due tonalità. Nella maglia dell’Inter è sparito l’azzurro, ridotto a delle righine che decorano una maglia sostanzialmente nera.

Novità maldigerite dai tifosi, esigenze di marketing di difficile comprensione, quando la coazione a cambiare maglia ogni anno porta a vendere per 80-100 euro una divisa che non ha più niente di quella che pure sarebbe parte fondamentale del “brand Milan” e del “brand Inter”.

Anche perché la rivoluzione delle maglie si accompagna a una programmazione dai contorni un po’ incerti e alla fine di una stagione deludente per entrambe le milanesi, con l’Inter quinto, qualificato in Europa League ma a 39 punti dalla Juventus, e il Milan ottavo e fuori da tutte le competizioni, con in panchina un Clarence Seedorf sempre più traballante.