Miley Cyrus, la droga dello stupro: “Tutti gay se si mette qualcosa nel drink”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2014 18:24 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2014 18:24

LONDRA – Tutti sono gay. Vi rifiutano? Allora basta mettere “qualcosa” nei loro drink. Un concetto che Miley Cyrus ha espresso sul palco del locale GAY di Londra dove si è esibita a sorpresa tra una tappa e l’altra del suo tour. “Sapete, tutti sono un po’ gay. È la verità. Tutti sono gay, ci vuole solo un cocktail. E se non funziona, mettete qualcosa nei loro drink. È quello che faccio sempre”, ha detto Miley. Un “qualcosa” che sembra alludere alla cosiddetta droga dello stupro, una sostanza usata da alcuni stupratori che toglie lucidità (e memoria, soprattutto) alle loro vittime.

La cantante famosa per il twerking  ha poi aggiunto: “Voglio dire a questi figli di p… che mi hanno spezzato il cuore, a uno in particolare, di succhiarmi il c… e di godersi questa canzone per il resto della sua vita”. La stessa Cyrus solo qualche giorno fa aveva invitato i suoi fan a smettere di fumare sigarette e iniziare con la marijuana “che non ha mai ammazzato nessuno”.

Miley Cyrus

Miley Cyrus