Mondiali 2014, le foto del primo allenamento degli Azzurri a Coverciano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2014 16:24 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2014 16:24

FIRENZE –  Gli Azzurri di cesare Prandelli, da lunedì 19 maggio sono in ritiro a Coverciano per preparare l’avventura dei Mondiali 2014 che si terranno in Brasile.

E nel centro di Coverciano alle porte di firenze ha preso il via il primo allenamento della Nazionale. Il c.t. comunicherà il 2 giugno i 23 nomi che comporranno la lista per la fase finale in Brasile. In 7, dunque, lasceranno il gruppo.

Oggi intanto, sono iniziati gli allenamenti con due sessioni. Portieri a parte, i giocatori sono scesi sul campo a gruppetti per una corsetta leggera di riscaldamento. I primi 4 giocatori a scendere sul terreno di gioco sono stati Alberto Aquilani, Riccardo Montolivo, Manuel Pasqual e Romulo seguiti dai compagni di squadra tutti divisi in gruppetti di 4-5 elementi.

Nello stesso gruppetto Mario Balotelli, Antonio Cassano e Giuseppe Rossi. I portieri invece hanno lavorato a parte con il preparatore Vincenzo Di Palma. A seguire la sessione di allenamento c’erano il vicepresidente della Figc, Demetrio Albertini, e il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi. Fra gli spettatori presenti sulla tribuna centrale c’erano anche alcuni ex giocatori impegnati a prendere il patentino di allenatore di prima categoria: fra loro i campioni del mondo Rino Gattuso e Simone Barone.

La giornata è stata contraddistinta dal brutto episodio di razzismo che ha preso di mira Mario Balotelli: un gruppo di ragazzi che stavano assistendo agli allenamenti ha infatti gridato “negro di m…” rivolgendosi al giocatore del Milan che in quel moemnto stava effettuando  alcune corse insieme ad alcuni compagni di squadra.

Sono intervenuti i carabinieri e l’attaccante del Milan e della Nazionale è parso visibilmente contrariato dall’episodio e, girandosi verso i compagni ha spiegato: “Questo tipo di cose succedono solo a Roma e a Firenze” .

Le immagini del primo allenamento della Nazionale italiana (foto LaPresse)