Mummia di monaco buddista che medita rinvenuta in Mongolia FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2015 15:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2015 15:18

ULAANBATAAR (MONGOLIA) – I resti mummificati di un uomo che medita è stato ritrovato in Mongolia. Un esame sulla reliquia umana ha svelato che si tratterebbe di un uomo vissuto circa 200 anni fa, il cui corpo è stato conservato in maniera così perfetta grazie alla pelle di animale con cui è stato ricoperto. ‘Il corpo mummificato si trova nella posizione del loto, come se fosse ancora meditando” scrive Siberian Times. 

Gli esperti che avevano solo il tempo per effettuare test di Visual Basic dicono di credere che il corpo può essere di circa 200 anni.’ Il corpo è stato trovato il 27 gennaio nella provincia di Songinokhairkhan ed era coperto di  pelle di bestiame.

I resti sono ora nella capitale Ulaanbataar dove sono sottoposti a diverse analisi. La mummia potrebbe essere di uno degli insegnanti di Lama Itigilov, monaco buddista nato nel 1852 che apparteneva ai Buriati, la più grande minoranza etnica della Siberia. Nella tradizione buddista tibetana, Lama Itigilov è conosciuto soprattutto per lo stato realistico della conservazione del suo corpo, che non sembra essere soggetto a decadenza né a deterioramento. Questo monaco fu una figura importante nel mondo religioso russo prima della Rivoluzione d’Ottobre e l’abate del monastero d’Ivolginsk nella steppa Buryata dove oggi è esposta la sua mummia, sette giorni all’anno, dal 2002.

Mummia di monaco buddista che medita rinvenuta in Mongolia

Mummia di monaco buddista che medita rinvenuta in Mongolia