Mummie tatuate in Siberia: cadaveri di 2500 anni fa con disegni “tribali”

Pubblicato il 16 agosto 2012 23:14 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2012 23:26

GORNO-ALTAISK, SIBERIA – Un tatuaggio che risale a 2550 fa: ce l’aveva disegnato sulla spalla una principessa siberiana ed è stato ritrovato sulla sua “mummia” nella fredda regione russa.

Il ritrovamento è stato fatto sui monti siberiani dell’Altai. Oltre a quella della principessa siberiana, anche altre mummie avevano dei disegni simili a tatuaggi sul proprio corpo.

Si tratta, come testimoniano le foto pubblicate da Siberian Times, di disegni complessi ed eleganti: soprattutto disegni estremamente moderni, simili a quelli tribali che molto vanno in voga al tempo d’oggi.

La principessa è stata ribattezzata “principessa Ukok”: probabilmente si trattava di una nobildonna della tribù dei Pazyryk.

I corpi si sono conservati perfettamente perché avvolti nel permafrost.