Nebbia in spiaggia da Fregene a Ladispoli: banchi oscurano il litorale FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 luglio 2017 11:06 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2017 11:06

ROMA – I bagnanti del litorale romano si sono svegliati tra i banchi di nebbia da Fregene a Ladispoli, con temperature afose di 40 gradi e l’umidità che non dà tregua. Il fenomeno è stato evidente fin dalle prime ore della mattina e in molti hanno pensato che si trattasse di fumo, dati i recenti e numerosi incendi, invece era proprio la nebbia ad aver inghiottito le località turistiche marittime.

Emanuele Rossi sul quotidiano Il Messaggero scrive che i fitti banchi di nebbia hanno oscurato il sole, dando un aspetto davvero surreale alle spiagge affollate dai turisti:

“Particolarmente evidente il fenomeno a Ladispoli e Cerveteri dove i banchi di nebbia sono arrivati nelle prime ore dalla mattina. «Qui non se vedono nemmeno i palazzi dietro di noi», raccontano da Ladispoli dove mercoledì è atteso Matteo Salvini per celebrare il giovane neosindaco Alessandro Grando. «Ecco che ci porta la nebbia di Milano» è un’altra battuta sulla spiaggia. I più apprensivi, soprattutto nella zona di Ostia, hanno pensato che la nebbia fosse in realtà il fumo di nuovi incendi nelle pinete come quelli che hanno funestato i giorni scorsi.

Queste insolite nebbie sono dette “da avvezione” e si formano quando masse d’aria umida e calda “scivolano” verso una superficie più fredda: in questo caso dalla terra al mare. Più frequenti quelle si formano sul mare con il passaggio di masse di aria calda e umida verso un tratto di acqua più fredda: si formano dei banchi che possono poi essere spinte verso terra da venti poco intensi”.

(Foto da Twitter)

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other