Neowise, la cometa visibile (ancora per poco) ad occhio nudo FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2020 11:08 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2020 11:08
cometa a fuerteventura

LA cometa vista aFuerteventura (Ansa)

La cometa C/2020 F3 Neowise dà spettacolo, dopo aver raggiunto la distanza minima dalla Terra.

La cometa Neowise è stata scoperta in marzo ed è visibile ad occhio nudo dai primi di giugno.

E’ la vera protagonista del cielo di queste notti d’estate e si prevede che continui a essere ben visibile almeno fino a metà agosto.

Considerando che l’altezza della cometa sull’orizzonte non sarà mai elevata, gli esperti consigliano di armarsi di un piccolo binocolo e osservarla da luoghi lontani dalle luci dei centri abitati.

 A partire da ieri, giovedì 23 luglio, la cometa è visibile soprattutto la sera per l’effetto combinato dell’allontanamento della cometa dal Sole e il moto orbitale della Terra.  Allo stesso tempo però, dato che si sta allontanando dal Sole, la sua luninosità cala notte dopo notte. 

Neowise, non tornerà prima di 6683 anni

Neowise, non tornerà prima di 6683 anni. In cielo la si può vedere poco dopo il tramonto a nord-ovest, sotto il Grande carro.

“La osservo ogni giorno e mi sono accorto che la sua luce sta sbiadendo, anche se è molto facile trovarla in cielo perché ormai ha una coda estesissima, 15 o 20 gradi – ha spiegato a Repubblica Alessandro Marchini, direttore dell’osservatorio astronomico dell’università di Siena – ma tra una settimana, al massimo dieci giorni, scenderà sotto la quinta magnitudine. Significa che non sarà più visibile a occhio nudo, servirà almeno un binocolo”.

Neowise è una cometa di lungo periodo che proviene da uno dei quartieri periferici del Sistema solare, la nube di Oort.

Cometa neowise a Yverdon in Svizzera

Cometa neowise a Yverdon in Svizzera (Ansa)

La cometa Neowise ad occhio nudo

“Ad occhio nudo si vede quella che sembra una stella sfocata – ha spiegato Marchini a Repubblica -. Il puntino luminoso è il suo nucleo, avvolto dalla chioma di polveri che riflette la luce del Sole. Con il binocolo, consigliatissimo, si apprezza la lunga coda. Una curiosità: la coda delle comete è sempre rivolta dalla parte opposta rispetto al Sole, perché è ‘pettinata’ dal vento solare. In questo momento, mentre si allontana, la sua coda quindi la precede”.  

Più vicina alla Terra ma lontana dal Sole

Nonostante si stia avvicinando alla Terra, la cometa Neowise sta diminuendo la propria luminosità. “Perciò bisogna affrettarsi e uscire per vederla: anche se si avvicina a noi, il fatto che si stia allontanando dal Sole incide di più, la superficie esposta ai raggi solari diminuisce e con essa l’attività che genera i gas della chioma e della coda.

E questo fa calare la sua luminosità. Inoltre ora siamo in Luna nuova, ma nei prossimi giorni la Luna diventerà sempre più padrona del cielo, schiarendolo, e rendendo difficile l’osservazione della cometa”, ha ricordato l’astrofisico a Repubblica. 

Nell’articolo immagini della cometa scattate a Yverdon in Svizzera e a Fuerteventura in Spagna (fonte: Ansa, Repubblica). 

La cometa vista in Nord America

La cometa vista in Nord America (Ansa)

La cometa vista da Fortebuonaventura

La cometa vista da Fortebuonaventura (Ansa)