New York: Bill De Blasio contestato da poliziotti a funerali Rafael Ramos FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2014 18:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2014 18:27

NEW YORK – I poliziotti di New York contestano Bill De Blasio, e lo fanno in un modo spettacolare: molti di loro si sono girati mentre il sindaco parlava al funerale di Rafael Ramos, uno dei poliziotti uccisi la scorsa settimana in una stazione di servizio. Gli agenti accusano De Blasio di non aver difeso abbastanza le forze dell’ordine dalle polemiche per l’uccisione dell’afroamericano Eric Garner: il ragazzo era stato soffocato durante l’arresto ma il grand jury ha deciso di non processare i presunti colpevoli.

Ai funerali di Ramos erano presenti circa 25 mila persone (per forza di cose molti si sono dovuti accomodare fuori dalla chiesa, per le strade del Queens). Quando De Blasio ha parlato, i poliziotti sistemati fuori dalla chiesa si sono voltati, dando le spalle ai maxischermi da cui giungeva loro la voce del sindaco. Oltre a De Blasio c’era anche il vicepresidente Joe Biden.

Ramos è uno dei due agenti uccisi nella loro auto di servizio il 20 dicembre da un uomo, Ismaaiyl Brinsley, che poi si è tolto la vita. Ramos, 40 anni, padre di due figli, Jaden e Justin, studiava per diventare pastore e nel suo armadietto conservava testi di approfondimento della Bibbia, ha rivelato un suo superiore durante la commemorazione. L’altro agente ucciso si chiamava Wenjian Liu.

New York: Bill De Blasio contestato da poliziotti a funerali Rafael Ramos FOTO

New York: Bill De Blasio contestato da poliziotti a funerali Rafael Ramos (foto Lapresse)