New York Times, giornalisti mimano stragi di massa e ridono FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2015 12:47 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2015 12:47

NEW YORK – I giornalisti del New York Times che mimano il massacro dei reali nepalesi del 2001 e il suicidio di massa degli adepti della setta Heaven’s Gate del 1997: umorismo a dir poco nero. A pubblicare queste due foto, diffuse da un ex dipendente del quotidiano più famoso del  mondo, è stato il sito di informazione Gawker. E subito l’editore del quotidiano, Arthur Sulzberger Jr, si è affrettato a prendere le distanze dalle immagini: “Queste foto sono di pessimo gusto e non rispecchiano i valori del nostro giornale”.

Certo è che non si tratta di scherzetti improvvisati. Non solo per l’uso della fotografia in un’epoca in cui selfie e scatti non erano così automatici e gratuiti come nell’era degli smartphone. Ma anche perché tra gli “attori” delle stragi imitate ci sono anche nomi illustri del quotidiano, come l‘editorialista Andrew Rosenthal, che nella foto che mima il massacro dei reali nepalesi impersona proprio l’assassino, il principe ereditario Dipendra, e come Bill Keller, tra i “suicidi” di Heaven’s Gate, che è stato direttore del giornale dal 2003 al 2011.