Cosentino rimanda la conferenza, altre 2 ore di trattativa

Pubblicato il 22 Gennaio 2013 12:55 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2013 15:12

NAPOLI – Era in programma alle ore 12 l’evento più atteso del giorno: Nicola Cosentino dice la sua in una conferenza stampa appositamente convocata. Apriti cielo…e invece, no. Tutto rimandato. Perché? Non è chiaro, eppure Cosentino c’era: era arrivato all’hotel Excelsior di Napoli dove come prevedibile lo attendevano fotografi e giornalisti in massa. L’Ansa racconta di scrosci di applausi da parte dei sostenitori, di flash impazziti tanto che un fotografo è caduto nella ressa e Cosentino, quasi stupito, ha chiesto sarcastico: ‘Ma tutte queste foto per un impresentabile?”.Non fa in tempo a sedersi che arriva un’altra agenzia Ansa: la conferenza è rimandata alle ore 14. Ovvero, a conti fatti, altre 2 ore. Per cosa? Ma per trattare: Cosentino avrà pure fatto il famigerato passo indietro, accettando l’esclusione dalle liste Pdl, ma non sarà stato gratis. La trattativa va avanti, per il “dopo”. Forse non casualmente, negli stessi minuti, Berlusconi dedica a Cosentino una dichiarazione piuttosto morbida nei toni: ”Abbiamo dovuto chiedere ai nostri amici e colleghi di rinunciare ad essere presenti nelle liste elettorali perché dei pm politicizzati li avevano attaccati e questo fatto è stato divulgato dai media ed era qualcosa che poteva diminuire il consenso”. Colpa dei pm politicizzati, e intanto la trattativa va avanti. (Foto Lapresse).