Nipotina morirà, il nonno è disperato FOTO commuove il mondo

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2018 14:04 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018 14:04

PENSACOLA – Sean Peterson è un nonno che vive a Pensacola, una città della Florida. All’uomo è stata data una notizia devastante: a cui è stata data la notizia che la sua Braylynn, la nipotina di 5 anni, con molta probabilità morirà nei prossimi giorni. L’umo, anni fa è stato colpito anni fa dalla sclerosi laterale amiotrofica: è in fase terminale e non gli resta molto tempo da vivere.

Il 6 dicembre, a Braylynn, è stato invece diagnosticato un glioma pontino intrinseco diffuso, un aggressivo tumore pediatrico che insorge nel tronco encefalico: al momento non c’è alcuna cura per questa forma di cancro e tra quelli che ne sono affetti, quattro bambini su cinque muoiono entro un anno dalla diagnosi.

Come scrive Federica Macangone sul Messaggero

“La situazione devastante per Ally Parker, madre della piccola e figlia di Sean, che nel giro di pochi mesi perderà il pilastro della sua esistenza e la sua bimba. È stata proprio lei a pubblicare su Facebook la straziante reazione di suo padre alla notizia che a Braylynn rimane poco tempo da vivere, dopo che le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate: un gesto fatto per ricordare al mondo quanto possa essere devastante l’impatto della malattia su una famiglia. ‘Pensavamo tutti che lei sarebbe sopravvissuta a tutti noi – ha scritto Ally in un post – Certamente non avremmo mai pensato che Braylynn sarebbe stata la prima ad andarsene. L’anno scorso è stato difficile per noi, ma non posso nemmeno immagine quanto lo sarà il 2018: tra pochi giorni dovrò seppellire questa bellissima bambina. Mesi, forse anche settimane, più tardi, dovrò seppellire mio padre. Entrambi i miei eroi se ne andranno nello stesso anno. Come è potuto accadere a noi? Cosa abbiamo fatto per meritarci questo? Perché devono lasciarci? Cosa dovremmo fare? Mi rifiuto di credere che ci sia una ragione. Questo mondo è un posto terribile(…). Braylynn è ancora qui – ha continuato nel post Ally – È ancora forte. È ancora con noi e sta lottando. Sono determinata a sensibilizzare le persone sull’esistenza del glioma pontino intrinseco diffuso e voglio istituire un fondo per combattere la malattia. La mia bambina merita di vivere una vita piena e felice, così come ogni altro bambino affetto da questa forma di tumore. Dobbiamo mettere fine a questo. Nessun altro deve soffrire o morire per questo. Dobbiamo trovare una cura. Questi bimbi meritano molto di più”.

Braylynn ha soltanto una speranza di sopravvivere. A Monterrey in Messico, si sta infatti sperimentando un nuovo trattamento: per poterlo fare però, non c’è molto tempo e servono 300mila dollari. Shawnon, la sorella di Ally e zia della piccola, ha aperto una pagina su GoFundMe per cercare di raccogliere fondi.