North Dakota: nonne indiane rubano bandiera ai neonazisti (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2013 16:44 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2013 16:44

LEITH (NORTH DAKOTA, STATI UNITI) – La minuscola cittadina di Leith in Nord Dakota, rischia di diventare la prima città d’America in mano ad un’organizzazione dichiaratamente neonazista. Si tratta del National Socialist Movement, la più grande organizzazione dell’ultra destra americana che a Leith ha acquistato molti terreni e immobili con lo scopo di costituire una vera e propria comunità neonazi.

Per protestare contro questo scenario inquietante, centinaia di manifestanti domenica 22 settembre si sono radunati a Leith. La cittadina conta solo un afro-americano residente ma è vicina alla Riserva Indiana di Standing Rock. Proprio durante la manifestazione, quattro anziane che vivono nella riserva hanno rubato una bandiera nazista che era esposta. Le quattro arzille nonne si sono fatte poi fotografare con la bandiera in mano mentre fanno il segno di vittoria e la foto sta facendo il giro dei blog indipendenti americani.

North Dakota: nonne indiane rubano bandiera ai neonazisti

Le nonne con la bandiera rubata ai neonazisti