Olimpiadi Pechino 2022, isolamento per Covid come “gulag olimpici”, gli atleti sui social: “Guardate cosa ci fanno mangiare” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2022 - 09:50
Olimpiadi Pechino 2022, isolamento per Covid come "gulag olimpici", gli atleti sui social: "Guardate cosa ci fanno mangiare" FOTO

Olimpiadi Pechino 2022, isolamento per Covid come “gulag olimpici”, gli atleti sui social: “Guardate cosa ci fanno mangiare” (Foto Twitter)

Finire in isolamento per Covid alle Olimpiadi di Pechino 2022 e lamentarsi del cibo: “Guardate cosa ci fanno mangiare. Piango ogni giorno”. Lo sfogo della campionessa di biathlon russa Valeria Vasnetsova, 24 anni, non è unico nel suo genere. 

Isolamento per Covid alle Olimpiadi di Pechino 2022, lo sfogo degli atleti

Sono in molti gli atleti che si sono lamentati delle condizioni imposte loro durante l’isolamento per Covid alle Olimpiadi di Pechino 2022. Tanto che qualcuno ha addirittura parlato di “gulag olimpici”. 

Diversi sportivi in lacrime hanno affidato ai social i loro lamenti, con tanto di foto a corredo. Come ha fatto proprio l’atleta russa Valeria Vasnetsova. 

Vasnetsova non ha gradito l’hotel in cui ha trascorso il periodo di isolamento. In un post con foto ha mostrato i pasti che le sono stati serviti tre volte al giorno per tre giorni. 

Isolamento per Covid a Pechino 2022, gli atleti: “Condizioni disumane”

Ma non è la sola a criticare il trattamento cinese agli atleti. La pattinatrice polacca Natalia Maliszewska ha raccontato di aver vissuto nel terrore il suo periodo a Pechino a causa dei continui tamponi.

Atleti si sono lamentati di essere stati messi in quarantena senza motivo, altri sono stati sospesi e poi riabilitati. Alcuni hanno parlato di “condizioni disumane dell’isolamento”. 

Olimpiadi di Pechino 2022, la risposta del Cio

Attualmente ci sono 387 persone in isolamento tra atleti, membri delle squadre e la stampa.

In conferenza stampa il portavoce del Cio (Comitato olimpico internazionale) ha detto che si stanno raccogliendo informazioni sui casi e si sta lavorando per risolverli.