Oppido Mamertina, pagina Facebook e sito per difendere don Benedetto Rustico FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2014 11:39 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2014 11:39

REGGIO CALABRIA – Un sito internet e una pagina Facebook: a Oppido Mamertina c’è chi si schiera in difesa di don Benedetto Rustico, il parroco che ha consentito l’inchino della statua della Madonna davanti l’abitazione del boss ergastolano Giuseppe Mazzagatti durante la tradizionale processione. Lo stesso don, lo stesso sacerdote che invitò i fedeli a schiaffeggiare il giornalista del Fatto Quotidiano durante la messa dopo la processione.

Ma sul Web c’è chi si schiera in sua difesa con un sito Internet (www.iostocondonbenedetto.it) e una pagina Facebook (che ha totalizzato già 900 fan), pagina dove vengono diffusi anche i comunicati di sostegno dell’Azione Cattolica locale.

“Non vogliamo fermarci – scrive infatti l’Azione cattolica – davanti a una terra resa blasfema da coloro che dietro una testata di giornale esprimono giudizi affrettati ed attacchi indiscriminati per ottenere risalto ed attenzione a fini esclusivamente personali”. Sempre nello stesso comunicato stampa si elogia il “sacerdote Benedetto Rustico che nei suoi mandati di assistente diocesano ha interpretato, con vero spirito evangelico, la Chiesa del grembiule con la sua testimonianza di vita sacerdotale al servizio degli ultimi senza mai abbattersi ed alzando la voce davanti alle ingiustizie, per cui ha anche pagato di persona”.