Orion, lanciata capsula Nasa: primo passo dell’uomo verso Marte FOTO VIDEO

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 5 Dicembre 2014 14:52 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2014 14:54

ROMA – La navicella Orion è stata lanciata. La nuova capsula della Nasa è partita la mattina del 5 dicembre per il lancio di prova dalla base di Cape Canaveral, in Florida. Orion, sviluppato dalla Lockheed Martin, apre l’era post-shuttle ed è destinata a trasportare equipaggi umani non soltanto sulla Stazione Spaziale Internazionale, ma anche sulla Luna, su asteroidi e su Marte.

Il lancio era previsto per il 4 dicembre, ma alcuni imprevisti e condizioni meteo avverse hanno fatto slittare la partenza prima di alcune ore e poi al giorno successivo. Quattro i rinvii, prima di desistere: due per il vento e altre due per un problema tecnico.

Problemi risolti e meteo favorevole invece il 5 dicembre, quando finalmente il viaggio di prova di Orion, senza equipaggio a bordo, è iniziato: un volo a circa 5.800 chilometri dalla Terra, ossia 15 volte la distanza della Stazione Spaziale Internazionale, e un rientro alla velocità di 32.000 chilometri l’ora (a questa velocità potrebbe andare da New York a Tokyo in 20 minuti), che si concluderà con un tuffo nel Pacifico, previsto per le 17,30 ora italiana.

Un test che, spiegano gli esperti, servirà a  valutare i sistemi di lancio e di rientro, tra cui il controllo dell’assetto, il paracadute e soprattutto lo scudo termico. Entusiasta Charles Bolden, amministratore capo della Nasa, che al momento del lancio ha dichiarato:

“Oggi è una grande giornata per il mondo”.

(Credit photo: Nasa)

Il video del lancio: