Orso bruno a Chernobyl: da 100 anni non veniva avvistato in zona FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2014 18:13 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2014 18:23

MOSCA – Un orso bruno è stato ripreso nell’area di Chernobyl abbandonata ormai da quasi 30 anni, a causa della fuoriuscita di materiale radioattivo avvenuta nell’aprile del 1986 dalla centrale nucleare che si trova nella zona. Le immagini dell’orso che mancava nella zona da circa cento anni, sono state catturate da una fotocamera posizionata da un gruppo di ricerca britannico per studiare gli effetti della radioattività sulla fauna selvatica della zona.

Un diametro di mille chilometri quadrati che sorgono intorno alla pianta, oggi è priva di insediamenti umani. Salvo qualche turista a cui viene sconsigliato di mangiare funghi ed altri prodotti della zona, nella zona ci sono linci, lupi, cinghiali, alci e lontre. I confini della zona, negli ultimi 17 anni sono cambiati più volte rimanendo però tra i luoghi più inquinati del nostro pianeta.