Orso polare “in giro” per Roma: provocazione di Greenpeace

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2015 0:33 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 0:33

ROMA – Se vi trovate a Roma potreste avvistare un orso polare “in giro” nei pressi di luoghi storici come il Fontanone del Gianicolo o sulle banchine del Tevere. Si tratta di un esemplare finto, utilizzato da Greenpeace come testimonial di un’iniziativa che ha a che vedere con la conferenza Onu per il clima in corso a Parigi. L’orso servirebbe a sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti dei cambiamenti climatici come a voler dire: i ghiacciai si sciolgono, bisogna intervenire prima di vedere davvero un orso polare a passeggio per le strade di Roma.

L’associazione ha lanciato sui social l’hashtag #OrsoBiancoaRoma, invitando gli utenti a postare foto dell’animale in giro per la Capitale.

L’iniziativa la spiega l’associazione ambientalista sul suo sito:

“Greenpeace lancia la più grande campagna internazionale in difesa dell’Artico: www.SaveTheArctic.org. La campagna è iniziata questa mattina con la “Ribellione Artica”. Orsi polari si sono recati nei luoghi iconici del Pianeta, come la grande muraglia cinese e il Taj Mahal, per richiamare l’attenzione sulla nuova campagna di Greenpeace in difesa dell’Artico”.

“Anche in Italia un orso polare ha fatto la sua apparizione questa mattina a Roma, in Piazza San Pietro. Mentre a Rio de Janeiro, l’orso polare più grande al mondo – una mongolfiera di 12 metri – ha dato inizio alla campagna volando di fronte alla statua del Cristo Redentore.”