Papa Francesco abbraccia Marino: “Mi ha detto che prega per me e per Roma”

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Dicembre 2014 19:41 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2014 19:49

ROMA – Un abbraccio caloroso a Ignazio Marino e una preghiera di “materna protezione” alla Madonna “per noi, per le nostre famiglie, per questa Città, per il mondo intero”. Si sono salutati così Papa Francesco e il sindaco di Roma in piazza di Spagna per la tradizionale preghiera nel giorno dell’Immacolata Concezione.

Cosa si siano detti il Papa e il sindaco nelle frasi scambiate cordialmente e abbastanza a lungo non è noto, ma Marino ha raccontato ai cronisti:

“Papa Francesco mi ha incoraggiato e mi ha detto che pregherà per me e per Roma”.

Ad accogliere il papa oltre al sindaco c’erano cardinali, tra cui lo spagnolo Herranz e l’italiano Filoni, il sostituto alla Segreteria di Stato, Angelo Becciu e varie personalità e membri del corpo diplomatico. Francesco ha trascorso buoni venti minuti a salutare i malati in carrozzella e scambiare battute con loro. Dall’incontro sono nate una conversazione in spagnolo con un ragazzo disabile, frasi affettuose con tanti, e il dono dei disegni di una bimba e una busta del pane da una signora malata.

Si è svolto così l’omaggio alla statua della Madonna in piazza di Spagna, tradizione per i papi e appuntamento carissimo ai romani, che anche questa volta sono accorsi a decine di migliaia a vedere papa Francesco, giunto dopo la sosta a Santa Maria Maggiore per la preghiera davanti alla icona di Maria “Salus populi romani”.

Alla statua della Vergine papa Bergoglio ha offerto un omaggio floreale, “a nome della Chiesa che è in Roma e nel mondo intero”. Nella preghiera il Pontefice ha ricordato “la lotta quotidiana che noi dobbiamo compiere contro le minacce del maligno”, con la certezza che “su di te il male non ha potere” e che “in questa lotta non siamo soli, non siamo orfani”.

(Foto Ansa)