Papa Francesco, pagina Facebook hackerata: “Allah è grande” (FOTO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2014 15:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2014 15:05

ROMA – “Allah è il più grande“. “Free Palestina“. Questi alcuni dei messaggi comparsi sulla pagina Facebook dedicata a Papa Francesco che il 6 luglio è stata attaccata da un hacker. Scritte in arabo nella copertina e in numerosi post, anche bestemmie, immagini irriverenti e insulti dai toni jihadisti sono apparsi sul profilo, che non rientra tra quelli ufficiali del pontefice.

La pagina Facebook attaccata, che conta oltre 1,3 milioni di followers, è un profilo non curato dal Vaticano che diffonde i messaggi del pontefice. Tweet, stralci di omelie, pensieri tratti dai discorsi da lui pronunciati, fotografie. Il 6 luglio la pagina è stata hackerata, ma i gestori sono poi riusciti a riprenderne il controllo, scrivendo su Facebook:

“Buonasera a tutti,
avrete notato che nel pomeriggio di oggi la pagina di Papa Francesco è stata presa d’assalto da alcuni hackers. Possiamo ben immaginare il vostro stupore e sconforto quando improvvisamente avrete cominciato a leggere post in arabo, intervallati da messaggi blasfemi contro la religione cristiana e di incitazione alla guerra santa per la vittoria dell’Islam. Siamo lieti di comunicarvi di esser riusciti a rientrare in possesso della pagina, e che il problema è stato risolto. Quel che è accaduto non è addebitabile alla storica amministrazione di questa pagina, che in ogni caso si scusa con tutti voi per lo spettacolo pietoso.

Da oggi la pagina vedrà rafforzate tutte le misure di sicurezza per far sì che non possa più accadere nulla del genere. Intanto, vi auguriamo la pace del Signore, una dolce notte, e vi chiediamo la preghiera per coloro che si son fatti responsabili di questo gesto offensivo e sconsiderato, perché imparino il rispetto, e trovino quella serenità d’animo che li induca ad abbandonare questo genere di comportamenti”.

(Foto Facebook)