Papa Francesco sui quotidiani di tutto il mondo

Pubblicato il 14 Marzo 2013 18:11 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2013 18:11

ROMA – “Il Papa del nuovo mondo” atteso da “sfide da giganti”. L’immagine di Francesco che, sorridente, saluta la folla, irrompe sulle prime pagine della stampa planetaria, sorpresa da una scelta che “sposta il baricentro” della Chiesa. E mentre i quotidiani latinoamericani esultano, diversi media ripercorrono la biografia dell’ “umile” argentino Jorge Mario Bergoglio. Sul quale, tuttavia, gravano le ombre della dittatura militare di Jorge Videla. In Gran Bretagna “Il Papa di un nuovo mondo” è il titolo con cui apre THE TIMES che, sempre in prima, scrive “L’amico dei popoli che era a suo agio con i dittatori” ripercorrendo la biografia del pontefice, in passato accusato di connivenza con il regime di Videla degli anni ’70.

”Buonasera, Pope Francis”, titola THE GUARDIAN utilizzando, in italiano, le prime parole del pontefice la cui scelta – sottolinea il foglio londinese – rappresenta “uno spostamento decisivo dall’Europa” e “uno straordinario balzo dalla natura conservatrice e cauta degli ultimi due papati”. “Papa Francesco, l’umile” è l’apertura del DAILY TELEGRAPH mentre THE SUN titola “Mano di Dio – il Papa argentino è Francesco”.

Il DAILY MAIL, infine, apre con un quesito: “Potrà il primo papa nato fuori dall’Europa ripulire la sua Chiesa in difficolta?”. “Francesco, papa della fratellanza” è il titolo del francese LE FIGARO, che in un editoriale rimarca: “La figura della speranza”.

“Il Papa dei nuovi orizzonti” è invece il titolo a tutta pagina di LE MONDE che nel suo editoriale evidenzia come “le sfide che attendono il 266/o papa siano grandi, in una Chiesa che si trova di fronte a molteplici controversie, dalla corruzione agli scandali sessuali”.

LIBERATION con una foto a tutta pagina di Francesco che saluta la folla titola “Dal Nuovo Mondo al balcone”, che con un gioco di parole può significare anche “Gente nuova al balcone”. E nell’editoriale dal titolo “Potere” scrive: “regnerà su una Chiesa che Benedetto XVI non ha saputo, né potuto, trasformare, preso negli scandali finanziari e sessuali a ripetizioné”.

In Germania “La nuova mano di Dio” è il titolo con cui BILD strizza l’occhio alle celebri parole di Diego Armando Maradona, sottolineando come “‘ora c’é davvero e appartiene al nuovo papa”. Per loSPIEGEL “é un Papa a sorpresa, un intellettuale ascetico, un uomo di seconda fila” anche se “nel suo passato c’é una macchia scura”, nota il settimanale ricordando l’ombra del regime militare.

“Il papa è considerato un uomo del campo riformatore e dimostra umiltà, ma il suo ruolo nella storia argentina e le sue dichiarazioni sui matrimoni omosessuali lo rendono una figura controversa”, scrive laSUDDEUTSCHE ZEITUNG mentre la FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG sentenzia: “Una scelta di grande audacia”. “L’elezione del gesuita argentino Bergoglio preannuncia una svolta nella Chiesa” titola lo spagnolo EL PAIS, che osserva: “Sfide da gigante per un papa differente”.

EL MUNDO apre con il titolo “Gesuita e argentino” e in un ritratto titola: “Il papa umile”, mentre LA VANGUARDIA, con una foto di Bergoglio a tutta pagina, scrive: “Francesco, il Papa del nuovo mondo”. “Francesco” è infine il titolo della prima di ABC, interamente occupata da un primo piano del nuovo pontefice. Oltreoceano “Un conservatore in sintonia con la gente” è il ritratto che il NEW YORK TIMESdedica al pontefice senza tralasciare le ombre della dittatura nel suo passato e sottolineando come l’elezione di Bergoglio sia stata anche “una scelta convenzionale, essendo “un conservatore di origini italiane che appoggia vigorosamente le posizione del Vaticano su aborto, nozze gay e ordinazione delle donne”. In un’analisi, il foglio newyorchese invece titola: “Il nuovo Papa cambia il centro di gravità della Chiesa”.

Per il WALL STREET JOURNAL, “Padre Jorge emerge da radici modeste” mentre il WASHINGTON POST titola: “Francesco, una prima per il papato”.

In America Latina le prime pagine di tutti i quotidiani esultano per l’elezione del “nostro Papa” con la stampa argentina che segnala “una giornata storica” per il Paese e il CORREIO BRAZILIENSE che titola “La missione di Francesco” citando, tra le sfide, la convivenza con “l’ombra di Benedetto XVI”. In Israele HAARETZ lo presenta come “uno schietto amico della comunità ebraica” in Argentina mentre l’elezione di Bergoglio irrompe anche sulla prima – con una grande foto della fumata bianca – dell’egiziano AL AKHBAR e in quella del pachistano THE NATION. E in Sudafrica THE STAR apre con: “E’ Papa Francesco”.

Foto Ansa