Papa: “Nozze gay contro la pace”. Twitter: “E i pedofili?”, “Gesù guerrafondaio”

Pubblicato il 14 Dicembre 2012 14:56 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2012 14:56

ROMA – “Se i principi inscritti nella natura umana vengono negati – ha detto papa Benedetto XVI – ciò costituisce offesa a verità, giustizia e pace”. Cioè, vedendolo da un altro punto di vista, i matrimoni gay sono contro la pace. Questa dichiarazione di Joseph Ratzinger ha scatenato le reazioni indignate del popolo di Twitter.

Questa la dichiarazione completa del Papa: “La struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale”.

Subito su Twitter è partita la raffica di insulti contro Benedetto XVI: i più si limitano a ricordare al pontefice i vari scandali sulla pedofilia che hanno coinvolto preti di tutto il mondo.

I commenti possono essere pseudo-seri: Bombardamenti e mine antiuomo rimangono ancora del tutto inoffensivi.

I commenti possono essere indignati: Solo un disonesto fino al midollo può parlare di pace e amore incitando all’odio e alla discriminazione. Schifo

I commenti possono essere ironici: Il #Papa” il matrimonio tra uomo e donna aiuta la pace”. Cristo, allora era un celibe guerrafondaio.

I commenti possono essere blasfemi: Le guerre nascono a causa delle inculate tra uomini, a quanto pare. Vero, @pontifex_it?